Primo colpo esterno per gli Sharks, espugnata Piacenza al supplementare

ASSIGECO PIACENZA – ROSETO SHARKS 76-82 d.t.s.

PIACENZA: Diouf n.e, Montanari n.e, Ogide 14, Formenti 19, Antelli 2, Graziani n.e, Piccoli 6, Ihedioha 6, Turini 4, Murry 9, Sabatini 16, Vangelov. Coach Gabriele Ceccarelli

ROSETO: Person 25, Rodriguez 12, Ianelli n.e, Penè, Nikolic 5 , Eboua 6, Bayehe , Sherrod 19 , Akele 9, Panopio n.e, Pierich n.e., Bushati 6. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Ursi, Saraceni, Martellosio

Note: parziali 21-18; 33-34; 50-42; 61-61; 76-82.  Tiri da due: Piacenza 18/37; Roseto 19/34. Tiri da tre 10/34; 11/28. Tiri liberi 10/15; 11/16. Rimbalzi: 37 (12+25); 33 (6+27).

Quaranta minuti di basket orrendo ai quali fa da contraltare un supplementare avvincente e spettacolare. Ma quello che più conta è che il Roseto Sharks trovi il suo primo colpo esterno, vincendo 76-82 dopo un supplementare sul campo dell’Assigeco Piacenza, che con Formenti allo scadere dei tempi regolamentari ha fallito entrambe le possibilità avute dalla lunetta per regalare il successo ai suoi. Decisive due triple di Person per i biancazzurri, che ottengono la seconda vittoria consecutiva, abbandonando la penultima posizione ed agganciando proprio i ragazzi di Ceccarelli a quota 8.

LA CRONACA.

Pronti-via e Murry spara in faccia a Nikolic la prima bomba della gara. Il numero 11 biancazzurro ribatte andando a schiacciare. Vanno però a bersaglio due volte l’ex Ogide ed una Murry, 9-2 dopo 2’ e D’Arcangeli chiama il primo time-out. I suoi ragazzi crescono notevolmente in fase difensiva e gli ospiti al 5’ rientrano sul 9-8. Poco dopo però l’Assigeco fa pace col canestro avversario, Roseto torna a fare confusione in impostazione e i padroni di casa scappano sul 18-8. Si sveglia Person, che con l’aggiunta di un canestro di Sherrod, riporta Roseto a -2. Il primo quarto termina sul 21-18.

Palle perse da ambo le parti e punteggio bloccato per oltre due minuti. Arriva però una pregevole soluzione solitaria di Murry che rilancia i suoi.  Triple di Piccoli e Rodriguez,  Person in penetrazione ribatte ad una conclusione dalla media di Turini. Sherrod realizza da posizione centrale, Ceccarelli ricorre al time-out al 15’ sul 28-26. Roseto ha l’opportunità per passare per la prima volta in vantaggio ma la spreca, dall’altra parte allora Formenti decide che è il momento di allungare con un siluro dalla lunga distanza per il 33-28; Person però ristabilisce subito le distanze a due punti di distacco. Sherrod impatta a 50” dall’intervallo e poco più tardi fa ½ dalla lunetta: gli Sharks trovano il primo vantaggio della gara subito prima del rientro negli spogliatoi, sul 33-34. Person unico giocatore in doppia cifra, con 10 punti realizzati.

Devono passare quasi due minuti e mezzo per vedere il primo canestro nel terzo periodo, lo sigla Ihedioha. Visione di gioco estremamente annebbiata sia da una parte che dall’altra. E’sempre Formenti però a suonare la carica con la tripla del 38-34. Primi due punti della ripresa per il Roseto Sharks con Akele, ben servito da Sherrod. Prima di tabella per Nikolic, ospiti nuovamente avanti sul 38-39 al 25’. Tre punti anche per Sabatini e l’Assigeco torna avanti; pochi attimi dopo Murry recupera palla e realizza in contropiede: nuovo +4 per i locali e time-out D’Arcangeli. Formenti segna in penetrazione, poi si sblocca Bushati con una bomba ma la replica arriva da Turini e ancora da Formenti da tre per il +8 emiliano. Person fallisce due conclusioni dalla lunga distanza, negli Sharks fa il suo ingresso il classe 2002 Penè, che perde subito palla.   50-42 al 30’. Roseto nel corso della terza frazione ha segnato otto punti, un solo canestro da dentro l’area pitturata e due triple.

A bersaglio Eboua e Antelli, 52-44 al 32’. Person esce dal torpore con una mortifera bomba ma sul settore inverso Sabatini rimedia con un’incursione. Il numero 43 di casa è on fire e firma anche il 56-47. Person e Sherrod assottigliano il divario a cinque lunghezze e Ceccarelli decide di bloccare il gioco per un minuto. 56-51 al 35’. Arriva sull’asse Sherrod-Person anche il canestro del -3. Nikolic subisce un brutto fallo ed ancora frastornato fa 0/2 dalla lunetta: Roseto cattura il rimbalzo offensivo e Bushati trova la bomba del pareggio: 0-9 di parziale biancazzurro. L’Assigeco torna a muovere il suo punteggio con due liberi di Sabatini, 58-56 al 37’. Ingenuo fallo di Sherrod sul tiro da tre di Ogide, che fa 3/3 dalla linea della carità. Sherrod rimedia timbrando il 61-58 a 2’dalla fine. Pessime azioni dei padroni di casa e poi degli Sharks con Rodriguez che non controlla un facile pallone. Tripla di Person per il 61-61 a 45”dal termine. Ogide sbaglia per l’Assigeco, Roseto ha la palla della vittoria ma la spreca malamente con Person e qui accade l’impossibile: Akele allo scadere commette fallo su Formenti che fa 0/2 dalla lunetta, mandando così le squadre all’overtime.

 

Subito a bersaglio da tre Rodriguez, che poi mette anche un libero. L’Assigeco torna a segnare dal campo dopo un’eternità con uno schiaccione di Ogide. 2/2 di Sherrod dalla lunetta, 63-67. Grandissima tripla di Sabatini e padroni di casa -1. Fallo marchiano di Rodriguez su Ogide, impeccabile con due liberi: nuovo sorpasso, 68-67 al 43’. Quinto fallo di Sabatini, Sherrod realizza dalla lunetta e permette agli Sharks di cacciare ancora la freccia. Piccoli però mette una bomba pesantissima ma Sherrod impatta: 71-71 al 43’. Formenti si risveglia e trova un’altra tripla, Akele rimedia per il -1. Sbaglia Ogide ma Person perde palla a un minuto dalla fine. Piccoli non realizza e Person colpisce con la bomba del 74-76 a 33” dalla fine. Murry viene contenuto bene e Rodriguez va a subire fallo, trovando il 2/2 dalla lunetta. Murry fallisce da tre, Sherrod va a schiacciare decretando la vittoria ospite, prima che segnino ancora Formenti e Rodriguez con altri due tiri liberi: il match termina 76-82.