Riscatto Treviglio, Sharks battuti in Gara 2: da venerdì doppia sfida al PalaMaggetti

REMER TREVIGLIO – CIMOROSI ROSETO 80-67

TREVIGLIO: M.Nikolic 23,  Reati 14, Caroti 11, Palumbo 5, D’Almeida 2, Manenti n.e, Tourè, Tiberti 2, Roberts 13, Siciliano, Belotti n.e, Borra 10. Coach Adriano Vertemati

ROSETO: Giordano n.e, Person 11, Motta n.e, Rodriguez 12, Ianelli, Canka, L.Nikolic 10, Eboua, Bayehe 6, Sherrod 10, Akele 14, Pierich 4. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Boscolo, Raimondo, Tallon

Note: parziali: 14-19; 38-35; 63-48; 80-67.  Tiri da due Treviglio 17/29, Roseto 21/49. Tiri da tre 10/27, 5/14. Tiri liberi 16/19, 10/13. Rimbalzi 37 (28+9), 32(20+12)

 

Riscatto per la Remer Treviglio, che al PalaFacchetti rimedia parzialmente alla sconfitta di domenica battendo 80-67 al PalaFacchetti la Cimorosi Roseto nella Gara 2 degli ottavi di finale dei play-off.

La serie passa sull’1-1 ma le prossime due sfide saranno disputate al PalaMaggetti di Roseto: i ragazzi di D’Arcangeli avranno così l’opportunità di chiudere la pratica senza dover tornare in Lombardia per la quinta partita.

Decisiva per l’affermazione odierna di Borra ( buona la sua prova) e compagni il parziale di 16-2 ottenuto in avvio di terza frazione, con i biancazzurri incapaci di reagire con convinzione e veemenza.

LA CRONACA

Polveri bagnate per oltre un minuto, prima del canestro di Akele dalla media e di una tripla di Caroti, a cui replica con la stessa pasta Person: 3-5 dopo 2’. Il tap-in di Sherrod regala quattro lunghezze di vantaggio agli Sharks.Treviglio ritrova la parità al 5’ sul 9-9. Roseto torna avanti con una gran conclusione di Lazar Nikolic ma arriva la risposta del Nikolic locale, Mitja. Il numero 11 biancazzurro però pare particolarmente inspirato fornendo un assist superlativo sfruttato da Bayehe: time-out sull’11-15 con 2’53”da giocare nel quarto iniziale di gara. La Cimorosi allunga ancora con Akele ma alla fine della frazione Treviglio riesce quantomeno ad assottigliare il divario sul 14-19

Si sblocca Roberts, a bersaglio con una tripla. Dopo un 2/2 di Pierich dalla lunetta, bomba da distanza siderale di Caroti. Treviglio impatta sul 23-23 con un’altra conclusione dalla lunga distanza, messa a segno da Reati, che poi regala il sorpasso al quintetto locale con due liberi. Dopo il time-out chiesto da D’Arcangeli, il numero 8 della Remer colpisce ancora da oltre l’arco. 28-25 al 15’ dopo il canestro di Akele. Gli Sharks accorciano le distanze con la seconda tripla di Person e cacciano nuovamente la freccia col siluro di Rodriguez. Al 18’, sul 32-33, Roseto perde momentaneamente per infortunio alla caviglia destra proprio l’italo-dominicano. Finale di periodo che sorride alla formazione lombarda, che torna negli spogliatoi avanti 38-35. Reati unico giocatore già in doppia cifra.

Treviglio prende il largo al rientro dall’intervallo lungo, volando sul 51-35 al 24’ con Mitja Nikolic nelle vesti di mattatore e Roberts autore di uno spettacolare schiaccione in alley-oop. D’Arcangeli prova a smuovere i suoi con un time-out e alla ripresa dalla sospensione interrompe il parziale negativo con due punti del rientrante Rodriguez. La Remer continua a brillare con la bomba del +17 siglata da Roberts. Arriva però una reazione degli Sharks, che conquistano una serie di tiri liberi che li riavvicinano sul 54-44 al 27’. 0-7 di parziale rosetano interrotto dall’arresto e tiro di Reati, che poco dopo timbra anche con due tiri liberi. Il quintetto di Vertemati torna a condurre di diciassette lunghezze ad un minuto dal termine del terzo periodo, che si conclude sul 63-48.

I sigilli di Borra da una parte e Sherrod dall’altra mantengono il divario immutato.  Treviglio dilaga sul +20 con un 2+1 di Mitja Nikolic a 6’40”dalla fine. 70-54 invece il punteggio al 35’. Dopo il nuovo +20 trevigliese, Roseto con due canestri di Bayehe riduce lo score negativo sul 76-62 al 38’: la differenza però è ugualmente troppo elevata per Sherrod e compagni per cercare una clamorosa rimonta. Il match termina sull’80-67. La serie torna in parità ma venerdì e domenica prossima si giocherà al PalaMaggetti, dove gli Sharks in caso di doppio successo potrebbero chiudere a proprio favore la sfida.