Sharks malconci umiliati a Forlì, l’Unieuro trionfa di 42 punti

UNIEURO FORLI’ – SAPORI VERI ROSETO 96-54

FORLI’: Rush 16, Kitsing 8, Giachetti 5, Campori 2, Watson 9, Petrovic 7, Marini 13, Cinti, Oxilia 13, Benvenuti 2, Bruttini 11, Ndoja 10. Coach Sandro Dell’Agnello

ROSETO: Mabor n.e, Palmucci, Dincic 14, Mouaha 1, L.Nikolic 6, Adeola 1, Cocciaretto n.e, Gaeta n.e, Bayehe, Rodriguez 16, Pierich 8, M.Nikolic 8. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Ciaglia, Marota, Calella

Note: 26-13; 55-26; 81-41; 96-54. Tiri da due Forlì 17/32, Roseto 12/34. Tiri da tre 14/28, 5/23. Tiri liberi 20/25, 15/20. Rimbalzi 43 (31+12), 32 (20+12)

Non bastano le tante defezioni in casa abruzzese e la maggiore caratura tecnica dei romagnoli per giustificare le pesanti dimensioni della debacle della Sapori Veri Roseto, sconfitta 96-54 sul campo dell’Unieuro Forlì, seconda forza del torneo. Biancazzurri sempre ultimi in coabitazione con Orzinuovi, che ha visto svanire negli ultimi secondi di gioco la possibilità di fare lo sgambetto alla capolista Ravenna.

LA CRONACA

Subito avanti i padroni di casa che, dopo una fase caratterizzata da un certo equilibrio, allungano allo scoccare del 3’ sul 7-2 con una bomba di Rush. Forlì inizia così a prendere il largo e supera la prima metà della frazione in vantaggio 12-4. Il divario tocca le quattordici lunghezze in due occasioni, mentre il periodo termina con una conclusione da tre punti di Watson che fissa il punteggio sul 26-13.

Il dominio del quintetto locale cresce ancor di più nel corso della seconda frazione. Subito +15 Unieuro grazie a Bruttini. I ragazzi di D’Arcangeli paiono impotenti al cospetto della corazzata guidata da Sandro Dell’Agnello che al 15’ conduce 41-21. Dopo una fase di stasi interrotta dai primi due punti dalla lunetta del “rosetano d’esportazione” Pierpaolo Marini, riprende l’assolo forlivense che ad un minuto dall’intervallo porta Rush e compagni a toccare le trenta lunghezze di vantaggio. Si rientra negli spogliatoi sul 55-26, un risultato che non lascia agli Sharks alcun speranza di rimonta nella seconda parte di gara.

La musica non cambia particolarmente alla ripresa del gioco, quando inizia a mettersi maggiormente in luce nelle fila locali Marini. Forlì chiude il terzo periodo sul +40, 81-41 il parziale.

Il quintetto di Dell’Agnello nella frazione finale vola in due occasioni sul +47, prima di allentare parzialmente la presa e concludere il proprio trionfo agevole col risultato finale di 96-54.