Stop alla serie positiva degli Sharks, la Poderosa Montegranaro soffre ma trionfa

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – ROSETO SHARKS 81-73

MONTEGRANARO:  Treier 12, Angellotti n.e, Testa 2, Mastellari 14,  Simmons 12, Palermo n.e, Petrovic, Negri 8, Corbett 23, Amoroso 10, Traini n.e. Coach Cesare Pancotto

ROSETO: Palmucci n.e, Person 12, Cocciaretto n.e, Rodriguez 9, Ianelli, Penè n.e, Nikolic 9, Eboua 15, Bayehe 2, Sherrod 12, Akele 2, Pierich 12. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Dori, Materdomini, Puccini

NOTE: parziali 14-11; 35-33; 60-49; 81-73 Tiri da due Montegranaro 16/27,  Roseto 21/45. Tiri da tre 11/26; 5/17. Tiri liberi 16/26; 16/21. Rimbalzi 31 (28+3); 32(24+8)

 

Si interrompe a quattro la serie di vittorie del Roseto Sharks, sconfitto 81-73 dalla XL Extralight Montegranaro, seconda forza del campionato e al suo undicesimo successo consecutivo. I ragazzi di D’Arcangeli escono comunque a testa alta dal Pala Savelli, confermando l’ottimo stato di forma ed una sicurezza nei propri mezzi che al momento hanno in pochi nel campionato di A2.  I biancazzurri a cavallo fra la terza e la quarta frazione sprofondano sul -13 ma sono abili a rientrare sul -5 e a rimanere in partita fino a 100 secondi dalla fine.

LA CRONACA

Pancotto deve rinunciare ai due play titolari, Traini e Palermo, in panchina solo ad onor di firma. Simmons va subito a bersaglio, finalizzando con uno schiaccione l’alley-oop partito da Negri. Roseto risponde con Akele al 2’.  Simmons schiaccia ancora, nuovamente su servizio di Negri; Person però impatta immediatamente. Continuano ad eccellere le difese nelle prime battute di gara ed al 5’ il punteggio è ancora sul 4-4. Primo vantaggio rosetano con Sherrod, ma  Amoroso pesca libero Negri che colpisce da tre, così come Corbett che però va a bersaglio con una conclusione più complicata; l’ex Treviso realizza poco dopo anche in penetrazione. Eboua interrompe l’8-0 di break marchigiano: 12-8 all’8’. I ragazzi di Pancotto chiudono la frazione avanti 14-11.

Una bomba di Treier e Testa regalano alla Poderosa otto lunghezze di vantaggio ma un siluro dei più classici del bagaglio di Pierich assottiglia il divario. Treier però realizza ancora dalla lunga distanza. Roseto trova un gran canestro con Paul Eboua ed un’altra bomba con capitan Pierich: 22-19 al 15’. Ancora a segno Eboua, gli Sharks tornano sul -1.  Negri trova tre punti con una grossa dose di fortuna e prova a risvegliare i suoi dopo una fase di black-out. I biancazzurri però continuano a segnare da oltre l’arco con Person ed Eboua, cacciando la freccia sul 25-27. Dopo quattro errori consecutivi dalla linea della carità da parte dei suoi compagni, Amoroso fa 2/2 e riporta la gara in parità. In lunetta anche Corbett (1/2) e Bayehe (2/2). Le due squadre ritrovano la via del canestro a cronometro in movimento rispettivamente con Amoroso e Person. Il capitano locale trova la prima tripla della propria gara ma Pierich pareggia nuovamente.  Corbett segna in penetrazione allo scadere, Montegranaro torna negli spogliatoi in vantaggio sul 35-33.

 

Sherrod pareggia alla ripresa del gioco ma sull’altro versante Simmons esce dal torpore realizzando da sotto. Corbett in contropiede firma il 39-35. Eboua si conferma il più in palla nelle fila ospiti. Simmons sembra essersi definitivamente sbloccato con un nuovo schiaccione ed una stoppata su Nikolic. Prosegue il buon momento di Eboua che schiaccia il 41-39. Sherrod firma la nuova parità, mentre lo scatenato Eboua poco dopo sigla il +2 ospite: time-out Pancotto a 5’21”dalla fine del terzo quarto. Corbett dalla lunghissima distanza permette alla Poderosa di cacciare nuovamente la freccia allo scoccare del 25’ e poi favorisce il nuovo schiaccione di Simmons: i locali tornano così avanti di tre. Mastellari prima va a canestro e poi perde palla, permettendo a  Nikolic di lanciarsi in contropiede. Bomba di Treier, 2/2 di Simmons e ½ di Mastelalri dalla lunetta, Montegranaro allunga sul +9. Nonostante i molti errori dalla linea della carità, il quintetto di Pancotto chiude il terzo periodo con un vantaggio ancora più cospicuo, sul 60-49.

Conclusione vincente di Corbett in avvio di frazione finale, ma Sherrod è abile nel replicare. Person, fin lì in ombra, con cinque punti consecutivi riporta Roseto sul -8. Fallo antisportivo ai danni di Rodriguez, che fa 2/2 dalla lunetta. L’italo-dominicano è meno preciso nel successivo viaggio, facendo ½ come fa poco dopo Amoroso, che comunque interrompe uno 0-8 di parziale rosetano.  Rodriguez trova la bomba del 65-62, ma sul capovolgimento di fronte Akele commette il suo quinto fallo, chiudendo una prova incolore. Treier torna a colpire da tre al 34’, +6 Poderosa.  Coast to coast di Corbett, 70-63 al 35’. Sono sempre sette le lunghezze di vantaggio per i padroni di casa un minuto più tardi. Dopo l’ottima penetrazione di Pierich, arriva anche il quinto fallo di Eboua: 2/2 di Corbett dalla lunetta, 74-67 al 37’. Amoroso vuol chiudere la pratica ma sbaglia da tre e poi si fa superare sull’altro versante da Sherrod, -5 Roseto, che fallisce due opportunità per assottigliare ulteriormente il divario. Ci pensa Mastellari a siglare il break che sancisce la vittoria dei marchigiani con due tiri liberi e la bomba del +10. Gli Sharks si riaffacciano sul -6 senza però riuscire a riaprire il match, la Poderosa trionfa 81-73.