Tentata aggressione allo staff, il Roseto Sharks denuncerà i responsabili

<<Non possiamo più far finta di nulla, faremo presente il tutto alle autorità preposte>>. Il presidente del Roseto Sharks Antonio Norante ha ribadito più volte questo concetto nel corso della conferenza stampa di stamattina, convocata in seguito ad alcuni incresciosi episodi che si sarebbero verificati  durante e immediatamente dopo la gara di ieri fra l’Hertz Cagliari ed il quintetto guidato da Germano D’Arcangeli. <<Quasi nessuno sapeva cosa succedeva già nelle precedenti trasferte,  nelle quali venivano regolarmente offesi allenatore, staff, società >>, insiste Norante, <<stavolta sono stati presi di mira anche i giocatori, sono arrivati degli sputi, sono stati lanciati oggetti e a fine gara c’è stato un tentativo di aggressione al vice allenatore Francesco Casadio>>.

Il sodalizio biancazzurro ritiene sia stato superato ogni limite e che sia giunto il momento di porre fine ad ogni tipo di comportamento che non rientri nei canoni di civiltà. <<Domani faremo presente alle autorità preposte sia l’accaduto che l’antefatto>>, rileva il dirigente rosetano, <<speriamo nell’individuazione di questi personaggi, che non arrivano nemmeno alla decina ma che mettono in cattiva luce in tanti, rappresentando un pessimo esempio per i giovani. In giro per l’Italia ci stiamo facendo prendere in giro anche dalle tifoserie avversarie, che non capiscono perché farsi centinaia di chilometri per insultare e non sostenere la squadra>>.

In chiusura dell’incontro con la stampa è giunto in sala anche Daniele Cimorosi, che ha tuonato: <<Porteremo avanti fino alla fine il progetto con la Stella Azzurra, sperando di rinnovarlo anche per altre stagioni>>,  precisando poi, <<contro tutto e contro i cinque scellerati, nei cui confronti non possiamo più far finta di niente e verso i quali ci stiamo attivando per farli punire. Nessuno impedisce loro di criticare civilmente, ma passare agli insulti e alla violenza non è tollerabile>>.