Thompson trema dalla lunetta, gli Sharks risorgono contro la Poderosa Montegranaro

*FOTO Daniele Capone

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO – SAPORI VERI ROSETO 78-79

MONTEGRANARO: Thompson 11, Miani n.e, Angellotti n.e, Mastellari 11, Conti 2, Palermo 3, Bonacini 9, Berti n.e, Thomas 22, Cucci 11, Serpilli 9. Coach Franco Ciani

ROSETO: Mabor n.e, Lattin 6, Giordano, Menalo, De Fabritiis, Mouaha 8, Canka 17, Nikolic 7, Oliva n.e, Ciribeni 12, Bayehe 20 , Pierich 9. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Ciaglia, Saraceni, Tallon

Note: parziali 20-20, 41-45, 70-70, 78-79. Tiri da due Montegranaro 19/36, 23/49 Roseto. Tiri da tre 9/23, 6/15. Tiri liberi 13/20, 15/23. Rimbalzi 40 (32+8), 35 (26+9)

 

La Sapori Veri Roseto rinasce al PalaSavelli di Porto San Giorgio, tornando al successo dopo tre sconfitte consecutive sul campo della XL Extralight Montegranaro, battuta 78-79.

Decisivo nel finale il doppio errore dalla lunetta del numero 2 locale James Thompson, che ha impedito alla Poderosa di ottenere la prima vittoria casalinga della stagione (finora tre successi lontani dalle proprie mura) o quantomeno di raggiungere l’overtime.

I biancazzurri finora non avevano mai battuto il quintetto marchigiano in partite ufficiali.

LA CRONACA

 

Roseto parte subito a mille all’ora, portandosi avanti 2-6 dopo 2’ e cercando di far valere l’atletismo e l’intensità che riescono a farla ben figurare al cospetto degli avversari nelle sue giornate migliori. I padroni di casa non ci stanno, reagendo prontamente e ritrovando la parità con una tripla di Mastellari, che poco più tardi regala il primo vantaggio della gara alla Poderosa colpendo di nuovo con una conclusione da lontano. Bonacini realizza da sotto l’11-8, punteggio che permane al 5’. Dopo il buon avvio, la Sapori Veri non trova più la via del canestro e Montegranaro allunga sul 17-10. Ci pensa Canka a risvegliare gli ospiti con un gioco da tre punti. Finale di frazione positivo per i ragazzi di D’Arcangeli, che impattano sul 20-20 al 10’.

 

Nuovo tentativo di fuga del XL Extralight con un 9-0 di parziale nei primi due minuti del secondo quarto, gli Sharks replicano con capitan Pierich e Canka. Quintetto locale avanti 33-28 al 15’. Roseto prova a rimanere a stretto contatto, impedendo al quintetto locale di scappare nuovamente. Due liberi di Ciribeni riportano gli ospiti sul -1 a 2’ dall’intervallo. Dopo il 2/2 dalla lunetta di Thomas, prima un inspirato Pierich colpisce da tre punti e poi Ciribeni sigla il sorpasso rosetano sul 39-41. Prima di rientrare negli spogliatoi gli ospiti si portano sul +4, sprecando l’opportunità di allungare ulteriormente. Il periodo si conclude così sul 41-45. Sono 11 i punti per Thomas e Mastellari nella Poderosa, così come per Canka nella fila biancazzurre.

 

Si riparte con due liberi non concretizzati da Ciribeni e la bomba del +7 firmata da Canka, la risposta marchigiana è timbrata da Thomson e Serpilli da tre punti: 46-48 al 22’. Roseto allunga come non mai grazie ad uno 0-7 di parziale. Montegranaro torna a colpire con Thomas ma coach Ciani chiama ugualmente time-out pochi secondi più tardi, dopo un fallo commesso da Palermo sul 48-55. Gli Sharks volano con la bomba del +11 realizzata da Ciribeni, alla quale replica prontamente Palermo. Sapori Veri avanti 51-59 al 25’. In casa XL Extralight sale in cattedra Thomas, che supportato da Cucci riporta i suoi sul -3: la Sapori Veri però ribatte il più delle volte colpo su colpo, ricacciando prontamente gli avversari. Nel finale di periodo si sveglia improvvisamente Thompson, andando a segno in due occasioni e sancendo la nuova parità al 30’ sul 70-70.

 

La palla comincia a pesare nella frazione decisiva, con le due squadre che iniziano improvvisamente a litigare con i ferri avversari, non riuscendo a trovare il bersaglio per quasi tre minuti. Montegranaro +3 al 33’ grazie ad un libero di Cucci e ad una conclusione di Thomas, Roseto però riesce ad impattare meno di un minuto più tardi. Gli Sharks superano il 35’ avanti 73-75 grazie a Bayehe. Ospiti in vantaggio di due lunghezze anche al 37’, grazie ad un nuovo sigillo del lungo camerunense. Bonacini trova la bomba del 78-77 ma dall’altra parte Mouaha permette alla Sapori Veri di cacciare di nuovo la freccia a poco più di un minuto dal termine. Gli ultimi sessanta secondi si aprono con un paio di errori da ambo le parti. Doppio time-out a 20”dalla fine dopo l’ennesima conclusione sbagliata di Nikolic e con il possesso nelle mani dei padroni di casa. Thomas non trova il canestro ma a rimbalzo il più lesto di tutti è Thompson che subisce il fallo di Lattin, guadagnandosi due tiri liberi quasi allo scadere. La mano però trema eccessivamente e lo statunitense gialloblu fallisce incredibilmente entrambe le conclusioni dalla linea della carità, con Roseto che espugna il PalaSavelli.