Trionfo abruzzese al Giro d’Italia, Cataldo esulta a Como: ‘Non ci credo’

L’abruzzese Dario Cataldo ha ottenuto la sua prima vittoria al Giro d’Italia, trionfando nella quindicesima tappa (sulle strade simbolo di una classica monumento come il Giro di Lombardia) che ha portato i corridori da Ivrea a Como dopo una corsa di 232 km.

Il 34enne di Miglianico, che non vinceva una gara da oltre cinque anni, ha alzato le braccia al cielo battendo in volata Mattia Cattaneo al termine di una fuga durata più di 200 km.

‘Non ci credo per tanti motivi’, ha dichiarato Cataldo nell’immediato dopo corsa. ‘Questa mattina non era nei miei piani andare in fuga, ho sofferto così tanto negli ultimi due giorni. Poi una volta iniziata la tappa mi sentivo bene e le gambe giravano, così ho deciso di seguire Cattaneo quando ha attaccato. Vincere una frazione al Giro d’Italia è fantastico, un qualcosa che ho sognato per tutta la vita”.

Terzo posto di tappa per l’inglese Simon Yates, giunto al traguardo ad 11″ dal duo di testa. Alle sue spalle è arrivato a 36″ un gruppetto con la Maglia Rosa Carapaz e Vincenzo Nibali, che hanno dato spettacolo attaccando a 10 chilometri dall’arrivo e riuscendo a guadagnare 40″ sullo sloveno Roglic, vittima prima di una foratura e poi finito contro un guard rail.

Carapaz rafforza così il suo primato in classifica generale, portando il proprio vantaggio su Roglic a 47″, mentre Nibali è terzo a 1’47”.