ASD Silvi in Ungheria per un’esperienza di calcio internazionale

Avvincente esperienza internazionale per i calciatori allievi e giovanissimi dell’ASD Silvi calcio.

Dal 28 aprile al 02 maggio scorso, nell’accogliente cittadina di Hatvan (20 mila abitanti, situata nella regione di Heves, a 40 km ad est dalla capitale Budapest) hanno partecipato al torneo “Labdarùgò” a cui hanno preso parte oltre alla società organizzatrice FC Hatvan, anche altre quattro squadre ungheresi (BTE-Felsozsolca, Heves Megyei Vàlogatott, Budapest Honvéd FC) e gli agguerriti slovacchi dell’FK Rakytovce.

Le gare sono state disputate su campi da gioco in erba naturale presso la città dello sport dell’FC Hatvan (società che ambisce all’equivalente lega pro italiana, impegnata negli spareggi e diretta dal presidente Ofella ZOLTAN e da suo figlio Zsombor).

I ragazzi del Silvi hanno ottenuto tre schiaccianti vittorie, rispettivamente contro gli slovacchi del FK Rakytovce (2 a 0), gli ostici del BTE-Felsozsolca (1 a 0) e contro il Heves Megyei Vàlogatott (2 a 1), soccombendo poi per 2 reti a 0 contro i terribili del Budapest Honvéd FC (squadra vincitrice del torneo del settore giovanile dell’omonima squadra di prima divisione) e per 3 a 1 nell’ultima gara contro i padroni di casa dell’ FC Hatvan, giocata sotto una pioggia battente.

Emozionante l’iniziale presentazione del torneo con l’inno italiano di Mameli cantato con orgoglio dai ragazzi del Silvi. La premiazione finale ha sancito quale miglior calciatore della squadra abruzzese l’attaccante Samuel Ruscitti, autore di due pregevoli realizzazioni. Il tutto alla presenza di osservatori e procuratori sia italiani del COBO che ungheresi.

Durante l’intera permanenza i calciatori del Silvi e lo staff (rappresentato dal direttore generale Elio Di Matteo e dal responsabile del settore giovanile Attilio Ridolfi con i mister al seguito) hanno avuto modo di approfondire la conoscenza ungherese visitando sia la capitale Budapest, apprezzata per le sue bellezze artistiche e storiche, nonché facendo tappa ad est, verso l’Ucraina, nella cittadina di Berente (provincia di Borsod-Abaùj-Zemplén), venendo addirittura ospitati ad un festival reggae dal sindaco del paese. La fantastica esperienza si è conclusa con una rilassante giornata presso il famoso centro termale di Eger (Mezokovesd), prima di intraprendere il viaggio di ritorno.

Sono stati intrapresi i contatti per dar seguito al gemellaggio sportivo e culturale con la società sportiva Hatvan, che si spera di poter invitare sull’Adriatico già la prossima estate. Ringraziamo gli organizzatori e tutti gli amici ungheresi per la generosa e splendida opportunità concessa.

Intanto per i ragazzi del Silvi sono in programma altre esperienze sportive internazionali (si parla di Germania e Danimarca) proprio perché la società calcistica prevede che il percorso formativo dei ragazzi debba necessariamente coniugare l’elemento formativo sportivo con quello culturale.

 



In questo articolo: