Basket, Giulianova chiude il campionato con la sconfitta di Ancona

Il Giulianova Basket 85 chiude il campionato con una sconfitta sul parquet del PalaRossini di Ancona, contro una Campetto Stamura che ha avuto la meglio sui giallorossi solo dopo un tempo supplementare con il punteggio finale di 92-86.

Ricci e soci, alle prese con le annose assenze di Angelucci, De Ros e Gobbato, gli ultimi due in panchina per onor di firma, hanno provato a giocarsi fino all’ultimo le residue possibilità di accesso alla post-season, anche se le notizie in arrivo da Nardò, fin dalle primissime battute di gara, lasciavano poche speranze, visto che i salentini già dal primo quarto di gioco avevano messo in chiaro le cose.
In casa Etomilu clamorosa prestazione di Ricci, autore di un trentello condito da percentuali di tutto rispetto come dimostrato dal 9/11 da 2 e dal 3/6 dalla lunga distanza, ottimamente supportato dai 21 punti Azzaro e dai 31 complessivi della coppia Cardellini e Ferraro. Tra le fila della Campetto Stamura la parte del leone è tutta in favore degli ottimi Polonara (24 punti) e Centanni (20 punti).

Prima metà gara a tinte giallorosse. I ragazzi di coach Ciocca partiva subito con il piglio giusto, alzando i ritmi di gioco e sfruttando tutti gli errori dei padroni di casa, vogliosi di salutare al meglio il proprio pubblico ma a volte troppo imprecisi. Dopo un’iniziale fase di assestamento (19-13), l’Etomilu cambiava marcia. Dopo aver chiuso il primo quarto sotto di 1 punto (22-21), Ricci e soci infatti allungavano sul +7 (31-38) per poi chiudere la prima metà gara su un confortante 36-46.
Al ritorno in campo i dorici si prodigavano per riaprire la gara. Dopo essere sprofondati anche sul -13 (36-49 al 22′), complici le rotazioni corte di coach Ciocca, nel giro di 7′ i dorici si riavvicinavano pericolosamente. Polonara infatti segnava al 27′ il canestro del -5 (52-57) e al 29′ Baldoni il jumper della parità (58-58). Ci pensava il solito Ricci e mandare le due squadre all’ultimo mini riposo sul 60-64.
Il buon momento dei dorici si protraeva anche nel quarto parziale tanto da arrivare al sorpasso (71-67 al 32′). Giulianova però non mollava e al 37′ era di nuovo avanti (75-78). Redolf e Baldoni (80-78 al 38’15) provavano a chiudere la gara ma Azzaro dalla lunetta impattava e mandava tutti all’overtime (80-80).
Ancona però ne aveva di più. I dorici infatti segnavano 4 triple in 2’50 chiudendo di fatto la partita, nonostante la tenace resistenza dell’Etomilu che fino all’ultimo cercava di rientrare nel match. Il punteggio finale di 92-86 faceva scendere il sipario sulla stagione di entrambe le squadre che si sono guadagnate il diritto di poter andare anticipatamente in ferie, potendo così programmare con tranquillità il futuro senza dover passare per le forche caudine del play-out.
In casa Giulianova il mancato approdo ai play-off non deve far cambiare la valutazione complessiva sulla stagione appena conclusa, che rimane ottima. I giallorossi hanno infatti conquistato con largo anticipo la salvezza in un girone tra i più impegnativi, dando largo spazio ai giocatori “under”, esprimendo una pallacanestro moderna che ha portato Ricci e soci a conquistare importanti vittorie su campi difficili, nonostante un numero di infortuni così alto da impedire allo staff tecnico per buona parte del campionato di schierare il roster al completo.

Luciana Mosconi Ancona – Giulianova Basket 85 92-86 (22-21, 14-25, 24-18, 20-16, 12-6)

Luciana Mosconi Ancona: Valerio Polonara 24 (9/13, 2/4), Simone Centanni 20 (4/7, 3/10), Lorenzo Baldoni 17 (8/10, 0/3), Matteo Redolf 12 (0/0, 4/6), Sergio Maddaloni 9 (0/3, 3/5), Daniele Giachi 7 (3/3, 0/1), Filippo Centanni3 (0/1, 1/4), Alessandro Luini 0 (0/0, 0/1), Alessio Zandri 0 (0/1, 0/1), Lorenzo Pajola 0 (0/0, 0/1), Yannick Giombini 0 (0/2, 0/0), Alessandro Bolognini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 6 – Rimbalzi: 35 4 + 31 (Valerio Polonara 10) – Assist: 16 (Simone Centanni 8)

Giulianova Basket 85: Antonello Ricci 30 (9/11, 3/6), Alessandro Azzaro 21 (6/10, 0/5), Mattia Cardellini 16 (3/6, 3/7), Innocenzo Ferraro 15 (5/7, 1/6), Simon Zollo 2 (1/1, 0/2), Maurizio Cantarini 2 (1/2, 0/5), Giorgio Carrara 0 (0/0, 0/0), Federico Malatesta 0 (0/0, 0/0), Andrea Sofia 0 (0/0, 0/0), Guglielmo De ros 0 (0/0, 0/0), Marco Cianella 0 (0/0, 0/0), Enrico Gobbato 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 25 – Rimbalzi: 39 6 + 33 (Alessandro Azzaro, Maurizio Cantarini 9) – Assist: 12 (Alessandro Azzaro, Mattia Cardellini 4)