Gli Sharks non la chiudono, Treviglio passa al PalaMaggetti: si va a Gara 5

CIMOROSI ROSETO – REMER TREVIGLIO 77-83
ROSETO: Giordano, Person 19, Motta n.e., Rodriguez 11, Ianelli 2, Canka n.e, L.Nikolic 3, Eboua 2, Bayehe 2, Sherrod 10, Akele 17, Pierich 11. Coach Germano D’Arcangeli
TREVIGLIO: M.Nikolic 16, Reati 3, Caroti 17, Palumbo 5, D’Almeida 11, Tourè n.e, Tiberti 3, Roberts 19, Siciliano n.e, Belotti n.e, Borra 9. Coach Adriano Vertemati
ARBITRI: Noce, Caforio, Valleriani
Note: parziali: 19-20; 44-42; 55-61; 77-83. Tiri da due Roseto 21/46, Treviglio 16/31. Tiri da tre 7/18; 11/28. Tiri liberi 14/17; 18/23. Rimbalzi: 36 (25+11), 35 (26+9)

La Cimorosi Roseto spreca la grande opportunità di chiudere la serie a proprio favore davanti al pubblico amico. Una grande Remer Treviglio passa 77-83 al PalaMaggetti trovando il 2-2 e mostrando grande abilità nel contenere nella prima metà di gara il quintetto di casa, per poi prendere il largo nella terza frazione e mostrare maggiore freddezza nel finale in volata. Mercoledì la quinta e decisiva gara al PalaFacchetti di Treviglio.

D’Arcangeli conferma il giovane Ianelli in quintetto, Vertemati rispetto alle previsioni preferisce Palumbo a Reati. Proprio Ianelli impecca Akele che firma il primo canestro della gara. L’ex Venezia comincia alla grande siglando i primi sette punti della Cimorosi; dall’altra parte colpiscono da tre Caroti e Roberts, che poco più tardi realizza i due tiri liberi che regalano il primo vantaggio agli ospiti: 7-8 al 3’. Dopo il +3 Remer timbrato da Palumbo, gli Sharks replicano con Ianelli. A metà frazione Treviglio è ancora avanti di una lunghezza. Roseto caccia la freccia ancora con Akele e con una tripla di Person. Biancazzurri + 5 all’8’ grazie a due liberi di Sherrod. Doppia fiammata trevigliese con una bomba di D’Almeida e un 2+1 di Roberts: ospiti in un amen avanti 19-20. La frazione termina con un paio di errori da ambo le parti.

In avvio di secondo periodo continua il dominio momentaneo del quintetto di Vertemati che vola sul +7, inducendo D’Arcangeli a chiamare time-out. Come verificatosi più volte nel corso della stagione, ci pensa capitan Pierich a risvegliare i suoi compagni con una tripla che interrompe lo 0-12 di parziale ospite. Il “bombarolo” Caroti replica però con la stessa pasta. Lazar Nikolic trova il primo canestro dal campo, schiacciando la palla del 24-29 al 12’. Dopo due liberi di Rodriguez, Roseto impatta sul 29-29 con un nuovo siluro di Pierich. Dopo il sorpasso siglato da Rodriguez, Remer ancora avanti al 15’ sul 31-32 grazie a una tripla di Roberts. Fase equilibrata del match, con le squadre che ribattono colpo su colpo. Un opaco Borra commette il suo terza fallo personale: una notizia tutt’altro che positiva per Vertemati, orfano di Pecchia dall’inizio della serie. Le squadre vanno all’intervallo con i padroni di casa avanti 44-42. In casa Cimorosi sono 10 i punti di Person, svegliatosi nelle battute conclusive; 14 di Roberts e 11 di un ottimo D’Almeida per gli ospiti.

Si riprende con Person a segno in penetrazione e Roberts a bersaglio da tre. Black-out offensivo di oltre due minuti per i dieci giocatori in campo, prima dello schiaccione del 48-45 di Akele. Mitja Nikolic tira fuori dal cilindro una tripla dall’elevato coefficiente di difficoltà, subendo anche il fallo di Sherrod: dentro anche il libero supplementare. Remer avanti 48-49 al 25’. +3 Treviglio col primo canestro di Borra. Il time-out chiesto da D’Arcangeli sembra non avere gli esiti sperati perché Mitja Nikolic realizza ancora. Persistono le difficoltà in attacco per gli Sharks fino al quarto fallo di Borra, che permette a Sherrod di andare in lunetta con un ½. I biancazzurri tornano a segnare dal campo con Akele ma Palumbo dall’arco smorza il ritrovato entusiasmo in chiave locale: 51-56 il punteggio al 28’. Mitja Nikolic timbra il +7 trevigliese ma si fa male nella stessa azione e deve abbandonare il campo: al suo posto entra Tiberti che mostra fin da subito grande personalità al cospetto di Pierich e compagni. Due liberi di Bayehe riducono il divario al termine della terza frazione sul 55-61.

Nuovo +8 ospite con Roberts, che poi spreca un’opportunità per allungare ulteriormente il divario. 56-63 al 32’ dopo il nuovo ½ di Sherrod dalla linea della carità. Il numero 45 biancazzurro torna poco dopo a realizzare dal campo, così come Person, a bersaglio prima con un arresto e tiro, per poi infilzare la retina con una tripla: si torna in parità, 63-63 al 34’ col PalaMaggetti più rumoroso che mai. Ci pensa Borra a regalare un po’di ossigeno ai suoi con una stoppata e due punti importantissimi; dall’altro lato però Sherrod pareggia di nuovo poco dopo il 35’. Sorpasso Roseto con la bomba di Pierich, che risponde ad altri due punti di Borra. 68-69 al 37’ siglato da Mitja Nikolic. Segnano Borra e Person, ospiti ancora +1 a 2’dalla fine. 2/2 di Caroti dalla lunetta, che poi torna a colpire da tre: 70-76 a 1’21” dal termine. Serie di errori della Cimorosi in attacco con conseguenti rimbalzi offensivi, prima del canestro a 48” dal termine di Akele, che perde una lente a contatto dovendo tornare per qualche attimo negli spogliatoi, lasciando momentaneamente il campo. Caroti è freddo dalla lunetta, ancora +6 Remer. La tripla di Rodriguez a 23”dalla fine lascia vive le speranze di rimonta rosetana , portando il risultato sul 75-78. Gli Sharks ricorrono al fallo immediato, Reati non trema. Akele manca il bersaglio da tre, fallo su Reati che stavolta fa ½. Ancora a segno Akele e fallo a 7”dal termine su Caroti che firma il nuovo 2/2 che precede la conclusione sbagliata di Giordano da metà campo: finale 77-83 e verdetto definitivo sulla serie che arriverà mercoledì sera al PalaFacchetti di Treviglio.