Insigne torna a Pescara con l’Under 21: Fatemi emozionare

Insigne_cittadellaPescara. Ha fatto sognare i tifosi biancazzurri, e ora incanta la sua Napoli. Lorenzo Insigne torna all’Adriatico con la maglia della nazionale Under 21, che venerdì sfiderà la Svezia per i play off qualificazioni agli europei, e chiama a raccolta il suo vecchio pubblico: “Mi emozionerò davanti ai pescaresi”.

Protagonista indiscusso della cavalcata zemaniana per il ritorno del Pescara in serie A, Lorenzo Insigne quest’anno sta incantando la sua Napoli e i tifosi partenopei. Ma i tifosi adriatici potranno tornare ad apprezzare il talento dello scugnizzo nello stadio che l’ha lanciato sul più grande panorama nazionale venerdì sera, quando la nazionale under 21 sfiderà all’Adriatico la Svezia per il play off qualificazione dei campionati europei. Se Marco Verratti è ormai materiale a disposizione di Prandelli, il ct David Mangia ha per se Immobile e Insigne, che con Sansovini formava il trio dei tenori di Zeman.

Lieto il ritorno del fantasista napoletano, che dopo l’allenamento odierno a Francavilla si è fermato con i giornalisti a raccontare le sensazioni che prova a ripercorrere i suoi passi: “Tornare a Pescara con l’Under 21 è emozionante”, ha detto, “Sono molto contento di essere  tornato in questa città alla quale sono legatissimo: l’anno scorso abbiamo vissuto una stagione straordinaria, vincendo il campionato. Devo tanto al Pescara e alla sua gente, non posso dimenticarli: grazie a questa squadra ora posso giocare tra i migliori”.

Dai ricordi dorati della serie B, “La rete più importante è stata quella che ho segnato al Torino in una vittoria importantissima per il nostro campionato”, all’analisi di una squadra in affanno per la lotta alla salvazza: “Il Pescara di quest’anno è un gruppo di giocatori nuovi che non hanno mai giocato insieme, serve tempo ma ci sono bravi elementi come Weiss e Quintero”, Insigne sa di poter contare, con la maglia dell’Italia addosso, su coloro che lo hanno osannato con quella a strisce bianche e azzurre: “Ci sarà sicuramente emozione da parte mia entrando nello stadio Adriatico, spero verrà tanta gente a supportarci”. All’Adriatico, oltre agli amici Ranger della curva nord, troverà anche tanti ex compagni di squadra: a partire da Ciro Immobile, ora bomber del Genoa al centrale della difesa di Stroppa, Capuano.

I convocati dell’Italia

Portieri: Francesco Bardi (Novara), Simone Colombi (Modena), Mattia Perin (Pescara);

Difensori: Matteo Bianchetti (Inter), Luca Caldirola (Cesena), Marco Capuano (Pescara), Mattia De Sciglio (Milan), Giulio Donati (Grosseto), Paolo Frascatore (Sassuolo), Simone Romagnoli (Pescara), Mario Sampirisi (Genoa);

Centrocampisti: Marco Crimi (Grosseto), Alessandro Florenzi (Roma), Lorenzo Insigne (Napoli), Luca Marrone (Juventus), Fausto Rossi (Brescia), Jacopo Sala (Amburgo), Riccardo Saponara (Empoli), Federico Viviani (Padova);

Attaccanti: Fabio Borini (Liverpool), Giuseppe De Luca (Atalanta), Manolo Gabbiadini (Bologna), Ciro Immobile (Genoa), Samuele Longo (Espanyol).