Campionato nazionale di atletica del CSI, per l’Abruzzo medaglie e record

108 società sportive in gara, in rappresentanza di 11 diverse regioni italiane. Quasi 1300 partecipanti (692 uomini e 603 donne) e oltre 500 atleti under 14 (il 40% dei finalisti), a sottolineare la spiccata vocazione giovanile dell’attività sportiva arancio-blu.

Sono i dati che hanno caratterizzato il 22° Campionato Nazionale di Atletica Leggera del CSI che dal 5 all’8 settembre è stato ospitato (per la prima volta nella storia) presso lo Stadio Adriatico Cornacchia di Pescara. Nel corsa della tre giorni rivierasca sono state disputate 300 gare, tra sprint, mezzofondo, fondo, lanci, salti e staffette. Sulle corsie blu dell’impianto pescarese sono stati assegnati i titoli nazionali nelle 21 categorie previste dal programma.

La rappresentativa abruzzese ha fatto incetta di medaglie e record: alla fine sono state 24 le medaglie totali portate a casa. L’Ecologica G Giulianova ha vinto 5 ori (con Pierpaolo Spezialetti nel disco 1,5 kg AM, Samuele D’Alessandro nel disco 1,5 kg AM, Matilde Ciacci nel disco 1kg AF, Antonio Di Fonzo nel salto in alto Amatori A Uomini e Pierpaolo Spezialetti nel disco 1,5kg+Dis FisM), 2 argenti (con Caterina Cappelletti nel salto in alto AF e Matilde Ciacci nel peso 3kg AF) e 2 bronzi (con Federico Marà nei 50m EM e Federico Capriotti negli 80m CM). Bilancio di tutto rispetto anche per l’Atletica Gran Sasso Teramo, che ha ottenuti due primi posti (con Ludovica Montanaro nel disco 1kg JF e Giada Bilanzola nel salto in lungo SF) e due terzi posti (con Lorenzo Mantenuto nel salto in lungo SM e Salvatore Angelozzi nel salto in lungo JM). Gli atleti della Polisportiva Tethys Chieti invece hanno vinto 5 ori (con Elena Trivellone negli 800 m AF, Manuel Di Primio negli 800 m JM, Alberto Cipriani nei 400m Amatori B Uomini, Veronica Seimonte nel giavellotto 600gr Amatori A Donne e Alberto Cipriani nei 400m AmAM+AmBM), 1 argento (con Andrea Cuzzi nei 5000m SM) e 3 bronzi (con Dalila Rocchio nei 2000m CF, Veronica Seimonte nel Giavelotto SF+AmAF+VAF e Andrea Cuzzi nei 5000m JM+SM). Buona anche la prestazione della Polisportiva Green Team di Chieti che ha strappato un oro e un argento con Simone Carozza (primo nei 100m SM e secondo nei 200m SM). Il capitolo “primati” invece annovera i record centrati da Matilde Ciacchi dell’Ecologica G Giulianova (36.24 nel disco AF), da Veronica Seimonte della Polisportiva Tethys Chieti (36.58 nel Giavellotto AmAF), da Alberto Cipriani (54.23 nei 400m AmBM), da Ludovica Montanaro dell’Atletica Gran Sasso Teramo (44.39 nel Disco JF) e da Manuel Di Primio della Polisportiva Tethys Chieti (1:56.15 nell’800m JM).

Oltre alle gare, la manifestazione ha vissuto importanti momenti di riflessione, culminati con la tradizionale celebrazione eucaristica domenicale presieduta da Don Alessio Albertini, Assistente Ecclesiastico Nazionale del Centro Sportivo Italiano.

Infine soddisfazione per il buon esito dell’evento è stata espressa dal presidente del CSI Abruzzo Angelo De Marcellis: “Per mezzo di questa disciplina abbiamo vissuto tre giorni di full immersion intergenerazionale e solidale. Rivolgo un ringraziamento a chi ha reso possibile tutto questo, a cominciare dallo staff, ai giudici di gara, dalla Presidenza e al Coordinamento Tecnico Nazionale, dal Comune di Pescara che ha sostenuto l’evento fino a chi, con le proprie prestazioni, ci ricorda che non si deve mai mollare”.

 



In questo articolo: