Il Pescara stecca la prima a Salerno

Salernitana: (3 5 2) Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Akpa Akpro (86’ Odjer), Di Tacchio, Firenze (60’ Maistro), Kiyine; Giannetti, Jallow (81’ Djuric). In panchina: Russo, Vannucchi, Carillo, Lopez, Morrone, Calaiò, Kalombo, Musso. Alenatore: Gian Piero Ventura

Pescara: ( 4 3 3 ) Fiorillo; Balzano, Bettella, Campagnaro, Del Grosso; Busellato (72’ Ventola), Bruno,  Memushaj; Galano, Tumminello (84’ Di Grazia), Brunori (90′ Maniero). In panchina: Kastrati, Sorrentino, Ciofani, Zappa, Cipolletti, Palmiero, Ndiaye, Kastanos, Borrelli, Cisco.  Allenatore: Luciano Zauri

Reti: 36’ e 77’ Jallow, 55’ Campagnaro, 81’ Giannetti

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini (Lanotte-Zingarelli/Moriconi)

Ammoniti: Balzano, Akpro, Firenze, Brunori

Il Pescara soffre fin da subito all’Arechi, contro una Salernitana che va vicina al goal diverse volte prima della mezzora. Akpro colpisce di testa già all’8 e Fiorillo deve smanacciare, aiutandosi con la traversa, per neutralizzare il campanile. L’ivoriano ci riprova al 15’ con una botta da fuori, e il portiere pescarese deve di nuovo distendersi. Con i piedi, invece, l’intervento al 18’ dell’estremo difensore ospite per salvare sul tentativo di Kiyine dal limite. La svolta al 36’: traversone dalla sinistra, Yallow sfonda tra le linee e la spizza con la spalla, forse c’è anche il tocco in marcatura di Bettella, e Fiorillo viene trafitto. 1-0. La squadra di Zauri fatica a trovare collegamenti e prima dell’intervallo Firenze, su punizione dalla lunetta, fa tremare ancora una volta la traversa.

Si rientra in campo con i campani ancora più agguerriti: 3 minuti e Fiorillo vola ancora a deviare in angolo l’inzuccata di Giannetti. A sorpresa, al 55’, il pari abruzzese: punizione di Memushaj dalla trequarti destra, sale Campagnaro e, senza saltare, la devia di testa dal dischetto. 1-1. Meno di 10 minuti e Giannetti ha il pari sul piede, ma lo spreca: dribbling di Cicerelli dalla destra e palla che taglia tutta l’area piccola, ma dall’altra parte, Giannetti, colpisce di testa tutto solo ma se la manda sul braccio. Il delfino non sembra riuscire a tornare in partite e, al 76’, Kiyine sfiora il palo lontano con un destro a giro che batte Fiorillo e fa la barba al legno. Granata a valanga al 77’ per il nuovo vantaggio: discesa sulla destra di Akpro e scarico per la botta di Maistro dal dischetto, Fiorillo respinge ma Jallow fa sua la palla con voracità e la spedisce in porta con violenza. 2-1. Salernitana in estasi e Giannetti dà spettacolo all’81: stop e piroetta sul limite, sinistro all’incrocio e 3-1. Partita archiviata anzitempo, inutile il tentativo di Zauri di avanzare Brunori in prima linea, e poi di buttare dentro anche Maniero: l’attacco del Pescara è il grande assente di giornata.

Stecca la prima, Zauri, che spera nel prossimo impiego di Kastanos e di qualche aiuto dell’ultimo minuto dal mercato.