La Sieco esce dalla tana dei Lupi con due punti nel sacco

Ortona. Due punti importantissimi quelli conquistati da una SIECO in piena emergenza, per giunta in casa di una delle squadre più forti del campionato e che mai in questa stagione aveva perso davanti al proprio pubblico. Sieco che, oltre ai Lupi di Santa Croce, deve gareggiare anche contro la sfiga più nera quando anche Carelli, sul finire del quarto e per tutto quinto il ha dovuto dare forfait. Al suo posto Astarita, entrato in una gara delicatissima fuori dal suo ruolo abituale. Comincia a farsi sentire quindi l’assenza di Marks per la SIECO che deve affrontare priva della sua “punta di diamante” un Santa Croce formato da buonissime individualità. Una su tutte Padura Diaz, infortunatosi poi sul finire del quinto ed ultimo set quando aveva messo a terra 22 palle su un totale di 41 volte che è stato chiamato in causa dal palleggiatore Acquarone. Quando al suo posto entra Mazzon, i Lupi sono monchi di un preziosissimo terminale. Neanche un punto per Mazzon che di tre attacchi non ne azzecca uno. Deve pensarci quindi Krauchuk ma quest’ultimo diventa facile preda della fase muro/difesa degli ortonesi, che sanno dove il regista santacrocese andrà a parare. Ed è proprio grazie ad un errore dello schiacciatore brasiliano che la SIECO conquista la gara. Krauchuk pesta la linea attaccando dalla seconda linea e non può salvarlo neanche in video-check. Si chiude così una gara infinita, durata due ore e mezza tonde tonde. Nel frattempo l’altra capolista Calci è costretta ad una brusca frenata in quel di Castellana Grotte dove la BCC si impone per tre set a zero. Siena e Brescia conseguono vittorie da tre punti ma non basta, la SIECO è di nuovo solitaria capolista, sebbene la classifica rimanga quanto mai corta e incerta.

Parte fortissimo la SIECO e forse si illude di poter viaggiare sul velluto. Gira tutto bene ai ragazzi di Nunzio Lanci, attenti a muro e in fase di ricostruzione con il solito Pedron ispirato come sempre a gestire il gioco equamente tra le sue bocche da fuoco che funzionano alla grande. C’era da aspettarsi una reazione dei locali nel set successivo e infatti è proprio così. Lupi che tornano in campo con una grinta che era mancata nel primo parziale. La Sieco, commette qualche errore di troppo in fase di servizio, cala il muro e con un Santa Croce così attento, alla lunga il divario cresce via via che il set si sviluppa. L’Impavida però non demorde e riesce a recuperare agli avversari ben cinque punti. Il set termina in favore degli ospiti ma tra le proteste dei Lupi per un fallo di invasione non ravvisato dagli arbitri a favore degli ortonesi. Padroni di casa che si legano al dito l’episodio, il pubblico si lamenta, anche il cronista si lamenta, ma c’è tuttavia da considerare che i ragazzi della Kemas avrebbero potuto gestire meglio l’ampio vantaggio scavato con tanto merito. Con un pizzico di concentrazione in più sarebbero riusciti a far proprio il parziale, ma buon per la SIECO. Bravi i ragazzi di Nunzio Lanci che ci hanno creduto fino in fondo e, dando il mille percento, sono riusciti nell’impresa di piazzare un parziale di 5 punti a zero che è valso il primo punto messo in palio dalla gara. Terzo set che comincia alla grande per i padroni di casa, scesi in campo pronti a fare degli abruzzesi un sol boccone e, come nel parziale precedente, prendono subito il largo. Ortona che invece torna a farsi sotto illudendo tutti di poter mettere in atto il secondo colpo di scena consecutivo. Gli impavidi recuperano fino al 24-24 ma poi cedono ai padroni di casa. Quarto set senza storie. Senza storie il quarto set. Si sperava in una squadra più grintosa ed in effetti il mood del parziale sembrerebbe essere quello di un set equilibrato ed incerto, ma solo per i primissimi punti. Santa Croce cambia marcia e stacca di netto gli avversari giocando quello che è di fatto il periodo migliore per i padroni di casa. La Sieco fa fatica e quando il divario tra le due squadre si fa davvero pesante Nunzio Lanci, che pensa già al tie-break, richiama in panchina Carelli (qualche problemuccio fisico per lui) e Bertoli per concedere loro un po’ di riposo. Il quinto set di questo incontro interminabile parte in maniera equilibrata e quando la Kemas riesce a staccare di un paio di punti la Sieco, i ragazzi di Coach Lanci con un colpo di reni tornano subito sotto a far sentire la pressione ai padroni di casa. L’episodio chiave è l’infortunio di Padura Diaz che cade male da un attacco e prende una storta che gli impedisce di proseguire. Adesso anche i Lupi, come la SIECO devono fare a meno della loro punta di diamante. La differenza si fa sentire, la Sieco prende coraggio e risponde colpo su colpo alle bordate di Krauchuk spremuto come un limone da Acquarone. Alla fine anche il tie-break straborda nei vantaggi che alla fine sorrideranno all’Ortona che vince ancora una delle sfide che alla vigilia erano definite quali “impossibili”.

Prossimo appuntamento domenica 22 dicembre alle ore 18.00. Stesso palasport ma differente squadra. La Sieco incontrerà il fortissimo Calci e poi, a Santo Stefano se la vedrà in casa con Lagonegro, oggi ferma a causa dei danni riportati al proprio palasport da una violenta tromba d’aria nella giornata di venerdì.

Nunzio Lanci elogia i suoi ragazzi: «È stata una partita in cui i ragazzi hanno dimostrato tutto il loro orgoglio. In questa gara hanno dato tutti il massimo, giocando davvero col cuore e alla fine abbiamo sovvertito anche questa sera i pronostici. Bravissimi tutti dal primo all’ultimo. Adesso dobbiamo serrare i ranghi e pensare alla prossima difficilissima gara contro il Calci».

Francesco Astarita: «Sono contento di questa vittoria. Prima di noi nessuno era riuscito vincere contro Santa Croce e già fare qui sarebbe stato positivo, ma uscire con una vittoria è senza dubbio più soddisfacente. Buona la reazione nel quinto set. Abbiamo dato tutto. Il mio ruolo non è quello dell’opposto ma per me è fondamentale mettermi a disposizione del mister e dei miei compagni di squadra. Peccato per il clima che nel finale si è scaldato un po’ ma va bene così.».

PRIMO SET con Nunzio Lanci schiera in campo la stessa formazione che ha mandato al tappeto Brescia. Vediamo quindi Pedron al palleggio e Carelli opposto. Al centro Sesto e Menicali mentre le bande sono Bertoli e Ottaviani. Libero Toscani. I padroni di casa rispondono con Acquarone regista e Padura Diaz opposto. Larizza e Bargi al centro mentre la coppia di schiacciatori è formata da Mazzon e Colli. Libero Catania.

Prima palla che tocca alla Sieco e per la precisione a Bertoli. Out l’attacco di Mazzon e poi l’ace di Bertoli portano gli ospiti sullo 0-2. Il primo punto per i padroni di casa è di Padura Diaz. 1-2. Sulla rete il servizio di Padura Diaz 2-4. Mani Out di Bertoli 2-6 e primo time out per Santa Croce. Muro di Pedron 2-7. Out il servizio di Krauchuk 3-8. È sempre Krauchuk a mette a terra la pipe che vale il 6-12. Murato Diaz 6-13. Ancora ace per Bertoli 7-16. Carelli di mancino mette giù la sfera del 8-17. Rosicchia punti Santa Croce 10-18 di Krauchuk. Ottaviani ristabilisce le distanze 10-19. Sesto mette giù una sfera che stava tornando nel campo abruzzese 11-21. Murato Padura Diaz 11-22. Krauchuk murato da Menicali. Ci pensa Ottaviani a chiudere un set strepitoso 13-25.

SECONDO SET. La SIECO cercherà di mantenere il ritmo e di portare in cascina almeno un punto ma Santa Croce parte subito bene con un muro subito da Menicali 1-0. La musica è cambiata ed è proprio Padura Diaz a volerlo mettere subito in chiaro 2-1. Astuto il pallonetto di Ottaviani che tiene i suoi incollati agli avversari 3-3. Carelli la tira fuori ed è break per i padroni di casa 5-3. Bertoli buca il muro dei toscani dopo un lungo scambio 6-5. Ace per Pedron 6-6. Larizza ferma Menicali 7-6. Menicali ferma l’attacco dei padroni di casa 8-8. Doppio ace per colli 12-9. Out il servizio di Ottaviani 14-11. Diaz fa 16, la Sieco ferma a 12. Bello il lungolinea di Colli 17-14. OUT il servizio anche per Bertoli 18-15. Krauchuk in pipe segna il 19-15. Sbaglia il servizio Astarita 22-18. Ace di Ottaviani, la Sieco torna sotto 22-21. Ancora ace per Ottaviani 22-22. Stavolta però la palla è out sebbene di pochissimo, non riesce la magia ad Ottaviani 23-22. Mani Out per Ottaviani 23-23. Out l’attacco di Diaz 23-24. Il tocco a muro di Pedron inganna Carelli 24-24. Punto Set per la Sieco, contestato molto dai padroni di casa per un’invasione di Menicali, ma la SIECO prende un punto importantissimo portandosi sui due set a zero.

TERZO SET. Subito forte Santa Croce che parte in vantaggio 2-0. Larizza continua a tirare le sue bordate 5-2. Errore al servizio per Padura Diaz 7-4. Direttamente out l’attacco di Carelli 9-4. Krauchuk sfrutta le mani del muro e la forbice si allarga 11-5. Ottimo il muro di Menicali 11-7. Carelli attacca bene 12-8. Diaz attacca forte e il muro non può che chiudere fuori 13-9. Errore di Larizza che salta fuori tempo 13-11. Krauchuk fa mani-out 14-11. Buono l’attacco al centro di Sesto 15-13. Out l’attacco di Bertoli 17-13. Bertoli capitalizza una Free-Ball 17-15. Colli 18-15 per i Lupi. 20-16, fischiata una palla spinta a Pedron. Out il servizio di Acquarone 20-17. Out il servizio di Santa Croce 21-18. Fuori tempo la coppia Pedron / Sesto e Santa Croce è vicina alla vittoria del suo primo set 23-18. Carelli non riesce a fermare Krauchuk ed è set point 24-20. Diaz fermato da Bertoli 24-22. Freddo Carelli regala i vantaggi ai sui 24-24. Ma Diaz tira subito la bomba del 25-24. Fermato Ottavini dal muro di Santa Croce e riesce a fare suo il terzo set.

QUARTO SET che si apre con il punto di Ortona 0-1. Sesto capitalizza una free-ball 1-3. È dentro la palla di Diaz 3-4. Ace per Colli 4-4. Larizza ribalta la situazione, ora sono i Lupi in vantaggio 5-4. Ancora muro per Santa Croce 8-4. Strepitoso muro per la Kemas 9-4. Errore dalla seconda linea per Ottaviani 13-6. Ottaviani azzecca il pallonetto 15-8. La stanchezza si fa sentire in casa Impavida, fuori tempo Ottaviani non riesce a schiacciare 17-9. Coach Nunzio Lanci fa riposare Carelli e Bertoli, dentro Astarita e Salsi ma la musica non cambia 20-10. Arriva un rosso per Acquarone 21-12. Larizza al centro segna il 22-12. Ace di Padura Diaz 24-13. SI va quindi al tie break dopo un pregevole primo tocco di Acquarone 25-14.

QUINTO SET. La palla è tra le mani di Acquarone ed è subito Ace, per un errore di Bertoli. Menicali fa subito 1-1. Out il servizio di Menicali 2-1. Ottaviani segna il 3-3. Out anche il servizio di Ottaviani 4-3. Ace per Diaz 5-3. Mani out a favore di Krauchuk 6-4. Ancora un errore per la SIECO, free ball regalata a Padura Diaz 7-4. Menicali al centro cerca di tenere i suoi in partita 7-5. Gioca facile Acquarone che per trovare punto si serve di Padura Diaz. Più complessa la situazione di Pedron che al momento, in campo, non ha neanche l’opposto di riserva. Al cambio campo il punteggio è di 8-5. Adesso Pedron cerca il gioco dei centrali, Menicali fa 9-7. Grossa ingenuità dei padroni di casa che ci regala il punto del 10-10. Cade male Padura Diaz, che prende una bella storta ed è costretto ad uscire dal campo, al suo posto Mazzon. Krauchuk fa mani out 12-11. Bel tocco di Pedron che la butta di la 12-12. Out la Pipe di Colli 12-13. Krauchuk 13-13. Errore di Krauchuk al servizio 13-14. Ancora Krauchuk 14-14. Ora che Padura Diaz è out tocca a lui trainare la squadra. Astarita d’astuzia 14-15. Clamoroso errore di Krauchuk che pesta la linea e regala la vittoria alla Sieco! 14-16.

 

Kemas Lampiel Santa Croce – Sieco Service Impavida Ortona 2-3 (13-25 / 24-26 / 26-24 / 25-14 / 14-16)
Sieco Service Impavida Ortona: Simoni n.e., Pesare (L), Bertoli 16, Sesto 6, Ottaviani 20, Pedron 6, Toscani (L), Del Frà, Salsi 1, Carelli 6, Astarita 5, Menicali 11. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.
Kemas Lampiel Santa Croce: Krauchuk 19, Bargi 4, Mannucci n.e, Andreini (L), Padura Diaz 22, Di Marco N.e., Acquarone 2, Larizza 9, Catania (L), Lavagna n.e, Turri Prosperi n.e, Marra n.e, Colli 11 Mazzon. Allenatore Alessandro Pagliai. Vice Allenatore Cezar Douglas
Durata Incontro: 2h 30’
• I Set: 20’
• II Set: 36’
• III Set: 38’
• IV Set: 28’
• V Set: 28’
Muri Punto:
• Ortona: 8
• Santa Croce: 8
Aces:
• Ortona: 6
• Santa Croce: 6
Errori Al Servizio:
• Ortona: 18
• Santa Croce: 17
Arbitri Dell’Incontro:
• Primo: Bellini Andrea
• Secondo: Caretti Stefano

Risultati ultima giornata:
Bcc Castellana Grotte – Peimar Calci 3-0
Synergy Mondovì – Emma Villas Aubay Siena 0-3
Conad Reggio Emilia – Sarca Italia Chef Centrale Brescia 0-3
Pool Libertas Cantù – Olimpia Bergamo 1-3
Kemas Lampiel Santa Croce – Sieco Service Ortona 2-3
Geovertical Geosat Lagonegro – Materdominivolley.it Castellana Grotta gara rinviata
Classifica: Ortona 21, Siena 20, Calci 19, Brescia 19, Bergamo 17, Santa Croce 16, BCC Castellana Grotte 16, Lagonegro 10, Reggio Emilia 7, Materdomini Castellana Grotte 6, Cantù 3, Mondovì 2.
Lagonegro, Reggio Emilia, Materdomini Castellana Grotte e Mondovì una gara in meno