L’Asd Invicta Futsal 2005 pareggia allo scadere

Chieti. L’A.S.D. Invicta Futsal 2005 va vicino alla sconfitta casalinga contro l’A.S.D. Scanno Calcio a 5, ma riesce a riacciuffare il risultato all’ultimo secondo della partita grazie ad un preciso tiro libero di Vitucci che fissa il punteggio finale sul 4-4.
È stato un match dai due volti. Nel primo tempo la squadra di casa ha sofferto il gioco aggressivo dello Scanno concedendo troppo agli avversari che dopo i primi venti minuti si sono trovati addirittura sopra di tre reti fra lo stupore generale, poi una rete di D’Onofrio ha riaperto i giochi per l’1-3 con il quale si è andati al riposo.

Nella ripresa è stato tutto diverso con l’Invicta rientrato con ben altra mentalità in campo: i ragazzi di Mister Zuccarini si sono portati costantemente in attacco arrivando al pareggio a tre minuti dal termine con un gol di Giannini. Sul più bello però gli ospiti sono tornati di nuovo avanti sul 4-3, ma l’Invicta dalle sette vite è riuscito, come detto, a conquistare un prezioso punto proprio allo scadere.

Non sono mancate le polemiche per l’assegnazione del tiro libero a gara praticamente conclusa, ma il fallo su Corbo è apparso decisamente netto dunque giusta le decisione presa dal direttore di gara. L’Invicta ha costruito tanto gioco, è mancata però la freddezza sotto porta. Una maggiore attenzione e concentrazione nel primo tempo forse avrebbero potuto fruttare un risultato ben diverso dal pareggio.

CRONACA DEL MATCH:

L’Invicta si schiera all’inizio con Merra, Corbo, D’Onofrio Camillo, Vitucci e Palombaro.
Lo Scanno risponde con Silvestri, Giansante, Rapone, Di Franco e Lancione.
Dopo pochi secondi è Palombaro ad indirizzare a rete da distanza ravvicinata, prontissima la risposta di Silvestri che sarà in giornata di grazia parando l’impossibile durante tutto l’arco della partita.
Ancora Palombaro poco dopo lambisce il palo con un diagonale. Gli ospiti cominciano però a guadagnare spazi e già al 3′ si rendono pericolosi con Di Franco che se ne va in ripartenza e mette a lato.
Ancora lui impegna severamente Merra che riesce a sbrogliare però la difficile situazione.
È il preludio al vantaggio dello Scanno che arriva al 6′: una disattenzione a centrocampo dei padroni di casa favorisce Roncone che se ne va in velocità e fredda Merra con un preciso fendente a fil di palo.
L’Invicta è scosso e non riesce a reagire, lo Scanno ne approfitta per raddoppiare tre minuti più tardi: ancora l’imprendibile Roncone sferra un gran diagonale che trafigge di nuovo Merra.
La partita dunque si mette decisamente in salita per i ragazzi di Mister Zuccarini che provano una timida reazione con una punizione di Giannini al quarto d’ora sulla quale si oppone in due tempi Silvestri.
Un minuto dopo è Ottenga ad offrire una palla d’oro a Bargoni che però non riesce a deviare al meglio verso la porta e l’azione sfuma. Al 18′ lo Scanno fa tris: un’uscita forse azzardata di Merra favorisce Di Franco che, grazie ad un rimpallo, si ritrova incredibilmente la porta vuota davanti e deve solo appoggiare il pallone in rete. Sugli spalti c’è incredulità per il clamoroso 3-0 per lo Scanno, seppur meritato per quanto visto fino a quel momento in campo. A questo punto sembra tutto compromesso, ma una gran rete di D’Onofrio Camillo riapre i giochi al 25′ portando il punteggio sull’1-3.
Sul finale di tempo è Buttarazzi ad avere due occasioni per avvicinarsi ancora di più agli avversari, ma in entrambi i casi Silvestri è miracoloso.
Si va dunque al riposo con lo Scanno avanti per 3-1.
Il secondo tempo si apre con colpo di testa alto di Bargoni su servizio di Colalongo.
Al 2′ ancora un ispirato Bargoni vede l’inserimento di Giannini e lo serve, ma quest’ultimo mette alto da buona posizione.
Al 3′ è proprio una fantastica iniziativa personale di Bargoni a fruttare il secondo gol all’Invicta: un gol decisamente molto bello il suo.
All’8′ una distrazione difensiva potrebbe costare cara a D’Onofrio e compagni quando una punizione battuta troppo frettolosamente favorisce l’inserimento di Di Cesare che però conclude sul palo esterno.
Al 10′ è ancora Di Cesare a mettere paura a Merra, ma angola troppo la mira.
Due minuti più tardi una gran botta di Corbo si spegne di poco alta sulla traversa. Sempre Corbo ha la grande occasione al 14′ quando, ben servito da Vitucci, trova ancora la miracolosa opposizione di Silvestri.
Silvestri è ancora protagonista della scena in altre due occasioni, prima su Palombaro e poi su Corbo verso il 20′ di gioco.
Lo Scanno commette il sesto fallo al 23′: al tiro libero va Giannini che mette però a lato.
Di Cesare approfitta di un altro errore difensivo al 24′, ma Merra si esalta mettendo in angolo.
A questo punto Mister Zuccarini prova la carta del portiere di movimento.
Al 27′ arriva il meritato pareggio con un tiro di prepotenza di Giannini che batte Silvestri fissando il punteggio sul 3-3. L’Invicta comincia a credere nell’impresa e sfiora la quarte rete prima con Vitucci e poi con Ottenga.
Quando però si sbaglia si viene puniti ed arriva così il nuovo vantaggio dello Scanno a due minuti dal termine con Di Cesare che deve solo spedire il pallone nella porta sguarnita su preciso appoggio di Lancione. Sembra fatta per gli ospiti, ma l’Invicta è duro a morire e vende cara la pelle acciuffando il pareggio proprio allo scadere: l’arbitro assegna il tiro libero per un fallo su Corbo, trasforma con precisione Vitucci. Finisce 4-4 fra le contestazioni dello Scanno che aveva assaporato la vittoria ed invece torna a casa con un solo punto.
Nella prossima giornata l’Invicta riposerà, poi sarà atteso dall’impegnativo derby in trasferta contro il Minerva.

Le impressioni post partita di Jacopo Ottenga:

“Abbiamo concesso metà del primo tempo ai nostri avversari e non è la prima volta che ci capita in questo inizio di stagione: già in casa alla prima era successo ribaltando poi la gara, ad Avezzano invece non ce l’abbiamo fatta. Siamo riusciti ad ottenere il pareggio contro lo Scanno: è un buon punto per come si era messa la partita, però volevamo i tre punti e dunque c’è un po’ di amarezza in noi. Se giochiamo come nel secondo tempo anche con formazioni più blasonate potremo fare punti. Siamo rientrati bene dagli spogliatoi salendo subito in pressing, abbiamo recuperato, poi sul 3-3 sono arrivate occasioni per noi, ma fra sfortuna e parate del loro numero uno non siamo riusciti a metterla dentro. Abbiamo anche concesso tanto, poteva succedere di tutto, è stato un pareggio prezioso. Ora testa alla Coppa, in Campionato nella prossima giornata riposeremo dunque prepareremo al meglio la prossima contro il Minerva, un derby molto sentito.
In classifica abbiamo 4 punti in tre partite, forse 6 sarebbero stati più giusti. Con un approccio diverso avremmo potuto conquistare la posta piena con lo Scanno, ma anche ad Avezzano forse un pareggio.
È un peccato: il girone è molto equilibrato, a parte il Futsal Celano che punta a vincere non vedo altre squadre così forti. Abbiamo una rosa piuttosto giovane, dobbiamo ancora amalgamarci al meglio visto che la squadra è nuova. I giocatori devono ancora trovare una condizione ottimale, c’è chi viene anche da infortuni, ma cercheremo tutti insieme di migliorare partita dopo partita sia a livello di prestazione che di risultati”.