Muore Nino Frati, ex capitano del Chieti e giocatore-allenatore del Francavilla

Francavilla al Mare. Il calcio abruzzese e marchigiano piange la perdita di Nino Frati che si è spento questa mattina all’età di 93.

 Classe 1926, la sua carriera da calciatore si è sviluppata tra gli anni ’40 e ’50. Lo si ricorda a Tolentino in serie C, poi è passato alla Maceratese dove ha disputato la serie B, dopo essere tornato a Tolentino andò a Chieti per rimanerci una decina di anni indossando la fascia di capitano, era il Chieti definito “il Milan del Sud” per il gioco che esprimeva e che vantava diversi grandi giocatori tra cui Angelini, inoltre diede un contributo importante per l’arrivo di Tom Rosati nel capoluogo teatino. Ha chiuso la carriera da calciatore a Francavilla dove ricoprì il doppio incarico di giocatore-allenatore e fu il fondatore del settore giovanile giallorosso. Nell’Olimpiade che si svolse nell’immediato dopoguerra ebbe l’onore di portare la fiaccola olimpica in qualità di atleta.

 I funerali si svolgeranno domani, sabato 22 giugno, alle 15.30, nella Chiesa di Santa Maria Maggiore (San Franco) a Francavilla al Mare.