Pescara ancora ko: il Cittadella rimonta all’Adriatico

Pescara: (3-5-2) Fiorillo; Bettella, Drudi, Del Grosso (39′ Elizalde); Zappa, Memushaj, Palmiero, Melegoni (77′ Clemenza), Crecco (85′ Maniero); Galano, Bocic. In panchina: Alastra, Masciangelo, Bruno,  Borrelli, Marafini, Pavone, Manè, Farelli.  Allenatore: Nicola Legrottaglie.

Cittadella: (4-3-1-2) Paleari; Ghiringhelli (71′ Adorni), Frare, Perticone, Rizzo; Branca, Proia, Iori; D’Urso (85′ Luppi); Diaw, Rosafio (67′ Stanco). In panchina: Maniero, Bussaglia, Panico, Vita, De Marchi, Ventola. Allenatore: Roberto Venturato

Reti: 6′ Diaw, 21′ Zappa, 74′ Iori (rig).

Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Zingarelli-Margani/Angelucci)

Ammoniti: Elizalde, Bocic, D’Urso, Perticone, Rizzo

Nell’anticipo contro il Cittadella, Legrottaglie cerca il riscatto dopo la prima sconfitta con Melegoni alle spalle di Galano e Bocic titolare. Venturato risponde con Rosalfio e Diaw diretti da D’Urso.

La partita si sblocca subito: Diaw ci mette 6 minuti a segnare grazie al break di Proia, riceve e la mette sotto la traversa. 0-1. Zappa risponde subito, ma trova l’opposizione in uscita di Paleari. Il portiere ospite, però, deve cedere al 21′: Crecco scappa sulla fascia destra, pasticciano i difensori sul cross e Zappa riesce a incornare in rete. 1-1. La partita rimane viva nonostante il pari: Memushaj trova il tuffo di Paleari su punizione al 32′, Rosario i piedi di Fiorillo su contropiede al al 36′.

Nella ripresa, Diaw manca la traversa di poco con un colpo di testa al 50′, Fiorillo sventa in tuffo su Branca al 55′, Frare si immola su Bocic al 58′, Paleari ancora in tuffo sull’inzuccata di Drudi al 58′. La svolta al 74′: fallo in area di Elizalde su Diaw, calcio di rigore che Iori trasforma senza scampo per Fiorillo. 1-2. Saltano in nervi ai biancazzurri e Legrottaglie viene espulso da Illuzzi. Gli ospiti credono alla rimonta e Diaw parte in fuga al 79′, ma la conclusione termina al lato non di molto. Minuti finali con il Pescara all’assalto per riagguantare quantomeno il pari, ma i veneti gestiscono in scioltezza anche il lungo recupero. Per il Delfino arriva la seconda sconfitta consecutiva.