Pescara-Entella: pari all’Adriatico

Pescara  (4-3-3): Fiorillo; Vitturini, Drudi, Scognamiglio, Masciangelo; Memushaj, Kastanos, Busellato; Galano, Brunori, Di Grazia. In panchina: Farelli, Sorrentino, Campagnaro, Ciofani, Del Grosso, Bettella, Zappa, Machin, Ingelsson, Borrelli, Cisco, Maniero, Bocic. Allenatore: Luciano Zauri.

Entella (4-3-1-2): Contini; Coppolaro, Pellizzer, Chiosa, Sala; Eramo, Paolucci, Crimi; Schenetti; Mancosu, De Luca G. In panchina: Borra, Adorján, Bonini, Coulibaly, Crialese, Nizzetto, Currarino, Morra Poli, Sernicola, Toscano, De Luca M. Allenatore: Roberto Boscaglia.

Reti: 32′ Schenetti 72′ Memushaj

Arbitro: Marini di Roma 1 ( Pagnotta, Orlando) Quarto uomo : Garofalo.

Espulso: Cisco

Senza Tumminello, out per sei mesi per la rottura del crociato, Zauri si affida a Brunori per affiancare Galano e Di Grazia contro l’Entella.

Sono gli ospiti a passare in vantaggio al 32′, complice uno svarione difensivo di Vitturini: la palla viene rimpallata più volte in area, Fiorillo ci mette una pezza ma Schenetti trova campo libero per ribadire in rete. 0-1.

Il Pescara trova il pari al 72′ con una prodezza balistica di Memushaj: punizione dai 20 metri che Contini riesce solo a toccare ma non a impedire che l’arcobaleno dell’albanese si insacchi sotto l’incrocio dei pali. 1-1. Nel finale, Zauri butta dentro anche Maniero, che al 92′ si divora il vantaggio sottoporrà su una verticalizzazione perfetta di Kastanos. Finisce in parità.