Serie C, il Pordenone dilaga sul Teramo (4-0)

Il Teramo esce sconfitto dal Bottecchia: netta la sconfitta per 4-0 per mano di un Pordenone probabilmente spronato dal successo della Triestina sulla Fermana, che aveva avvicinato gli alabardati a soli quattro punti. 

La partita va nelle mani dei neroverdi già nel primo tempo, con il poker siglato in 36’. Tesser invece sceglie Misuraca e Ciurria per sostituire gli squalificati Bombagi e Berrettoni. Sei minuti di gioco e Ciurria sulla destra pesca Zammarini in area che porta subito avanti il Pordenone. Cinque minuti più tardi, azione in fotocopia: Ciurria sempre dalla destra pesca questa volta Magnaghi che firma il 2-0. 

I ramarri potrebbero andare sul 3-0 al 24’: Pacini atterra Candellone in area, il direttore di gara assegna senza pensarci troppo il calcio di rigore. Dal dischetto va Burrai ma Pacini con un piede intercetta il tentativo del centrocampista. Lo stesso Burrai si fa perdonare al 29’ da calcio di punizione, trovando l’angolino più lontano ed il conseguente 3-0. I titoli di coda arrivano al 36’, quando Candellone firma il poker ed il dodicesimo gol stagionale. 

Prima di rientrare negli spogliatoi, Barison placca in area Infantino che finisce a terra. E’ lo stesso centravanti del Teramo ad andare dal dischetto ma Bindi indovina le intenzioni dell’attaccante e blocca sul nascere gli eventuali sogni di rimonta del Teramo. Nella ripresa c’è il tempo solo di vedere un tiro dalla distanza di Ventola ed una girandola di cambi. La formazione di Maurizi non perdeva in trasferta dallo scorso 12 febbraio, giorno del ko in casa del Fano. Adesso i biancorossi guardano all’impegno di sabato sera contro la Vis Pesaro: sarà uno scontro diretto ed il primo vero e proprio match ball salvezza.

PORDENONE – TERAMO 4 – 0

Pordenone: Bindi 6,5; Semenzato 6 (40’st Cotali sv), Barison 6 (8’st Stefani 6), Bassoli 6, De Agostini 6,5; Zammarini 7, Burrai 7, Misuraca 6,5 (25’st Damian 6); Ciurria 7; Magnaghi 6,5 (25’st Rover 6), Candellone 6,5 (40’st Nardini sv). A disp.: Lonoce, Meneghetti, Gavazzi, Germinale, Vogliacco, Frabotta, Florio, Cotali. All.: Tesser.

Teramo: Pacini 5; Polak 5, Caidi 5, Fiordaliso 5; Ventola 5, Spinozzi 4,5, Proietti 5, Armeno 4,5 (25’st De Grazia 5), Celli 4,5; Sparacello 5, Infantino 5 (1’st Barbuti 5). A disp.: Lewandowski, Celentano, Pezone, Bregasi, Cappa, Altobelli. All.: Maurizi.

Arbitro: Pasciuta di Ravenna, 6.

Reti: 6’pt Zammarini; 11′pt Magnaghi; 29’pt Burrai; 36’pt Candellone.

Note: ammoniti Vogliacco, Polak, Caidi, Barison, Zammarini, De Agostini, Candellone; recuperi 1’ e 3’.

 



In questo articolo: