Serie C, Teramo ko a Catanzaro: 2-1 per le Aquile

Inizia con una sconfitta il cammino del Teramo nel girone C contro un Catanzaro rodato e meglio messo a livello di preparazione fisica. Finisce 2-1 al Ceravolo davanti a circa 7mila spettatori, con i biancorossi che falliscono un calcio di rigore con Bombagi ad inizio ripresa.

Nel primo tempo è solo Catanzaro: Celiento testa da lontanissimo i riflessi di Tomei che mette in angolo (7’), con Mungo che, un minuto più tardi, non vede Martignago libero sulla destra e preferisce tentare in prima persona, trovando però pronto Di Gennaro alla deviazione.

I giallorossi passano al 17’: Celiento colpisce di testa un cross dalla destra, Tomei ed il palo ribattono ma Nicastro è più veloce di tutti nel ribattere a rete. Al 22’ Kanoute trasforma invece un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per un fallo di Ilari su Riggio. E’ ancora Kanoute, al 32’, ad avere un’occasione, ma Tomei ci mette i guantoni. Martignago sarà costretto ad uscire dopo qualche minuto per un problema muscolare, con Bombagi che fa il suo esordio in maglia biancorossa.

E’ proprio Bombagi a procurarsi ad inizio ripresa un calcio di rigore dopo un contatto con Celiento: il centrocampista però si fa intuire la traiettoria da Di Gennaro. Il Teramo riesce comunque a segnare al 7’, quando Celiento non sente la chiamata del suo portiere e deposita in rete un cross di Santoro.

Tedino prova a cambiare qualcosa, ma il Teramo non riuscirà mai davvero a portarsi in area giallorossa. La gara si chiude praticamente su un palo colto di tacco da Nicastro.

Per i biancorossi c’è ancora da lavorare come tra l’altro già messo in preventivo. Da capire nelle prossime ore se il match contro la Sicula Leonzio di domenica prossima verrà rinviato per indisponibilità del Bonolis e difficoltà a trovare altri campi a disposizione.

CATANZARO – TERAMO 2 – 1

Catanzaro: Di Gennaro; Celiento, Riggio, Martinelli; Statella, De Risio, Maita, Casoli (43’st Figliomeni); Kanoute (25’st Mangni), Nicastro (31’st Giannone), Di Livio (31’st Cal). A disp.: Mittica, Adamonis, Favalli,  Signorini, Novello. All.: Auteri. 

Teramo: Tomei; Cancellotti, Cristini, Piacentini, Di Matteo; Santoro (19’st Cappa), Arrigoni (19’st Viero), Ilari (10’st Tentardini); Mungo; Cianci (10’st Magnaghi), Martignago (34’pt Bombagi). A disp.: Lewandowski, Bregasi, Persia, Birligea. All.: Tedino.

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale.

Reti: 17’pt Nicastro; 25’pt rig. Kanoute; 7’st aut. Celiento.  

Note: spettatori 7000 circa; ammoniti Di Livio, Arrigoni, Ilari; recuperi 3’ e 4’.