Serie C, tra Teramo e Catania finisce 1-1, biancorossi girano a 25 punti

Il Teramo chiude il girone di andata con un pareggio casalingo contro il Catania (1-1) e girando a quota 25 punti in classifica, di certo meno di quanto era lecito attendersi.

Salvo un tiro di Martignago iniziale, i biancorossi fanno fatica ad ingranare. Il Catania ci prova con Biondi e con un possesso palla che si fa preferire a quello della formazione di Tedino. L’episodio che desta il Teramo arriva al 32’ quando Bombagi da calcio di punizione centra la traversa. Un minuto dopo è ancora Teramo, con Cancellotti che mette in mezzo ancora per Bombagi che riesce a deviare solo di coscia non trovando lo specchio.

Il Catania perde Di Piazza per un problema muscolare, mentre al 38’ il Diavolo torna a farsi vedere con un colpo di testa di Martignago che Furlan respinge.

Nella ripresa protagonista iniziale è proprio Furlan che rinvia addosso a Martignago, con il Teramo che non riesce però ad approfittarne. Al 10’ l’ex Albissola protesta per un fallo di mano in area di un avversario, ma il direttore di gara lascia correre. Al 12’ ci prova Mungo dal limite, ma l’estremo rossazzurro mette in angolo.

Il Catania torna a farsi vedere con un tentativo di fuori di Mazzarani e protesta al 22’ per un contatto tra Piacentini e Di Molfetta. Al 33’ Bombagi trova il vantaggio da calcio di punizione guadagnato da Minelli, mettendo perfettamente a giro sopra la barriera.

Passano quattro minuti ed i biancorossi incassano il pareggio: dagli sviluppi di una punizione, Esposito colpisce di testa e raccoglie poi mettendo in gol la respinta di Tomei. Nel finale un’occasione per parte, con Sarno che va in ripartenza e prova a mettere in mezzo per un compagno solo in area, ma Soprano salva. Al 44’ Cappa trova Minelli sul secondo palo ma di testa l’ex Fiorentina non trova la porta.

Domenica prossima ultima gara dell’anno per il Teramo sempre al Bonolis, primo match del girone di ritorno contro il Catanzaro da affrontare senza gli squalificati Mungo e Piacentini.

TERAMO  – CATANIA 1 – 1

Teramo (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Piacentini, Iotti (40’st Soprano), Tentardini; Costa Ferreira, Arrigoni, Mungo (42’st Cappa); Santoro (21’st Minelli), Bombagi; Martignago (21’st Magnaghi). A disp.: Valentini, Lewandowski, Florio, Birligea, Angeletti. All.: Tedino. 

Catania (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Silvestri, Esposito, Pinto; Rizzo (36’st Catania), Dall’Oglio; Biondi (36’st Bucolo), Mazzarani (30’st Curiale), Di Molfetta (36’st Sarno); Di Piazza (36’pt Barisic). A disp.: Martinez, Noce, Sarno, Marchese, Llama, Catania, Biagianti. All.: Lucarelli. 

Arbitro: Marini di Trieste.

Reti: 33’st Bombagi; 37’st Esposito.

Note: spettatori 2264; ammoniti Arrigoni, Mungo, Santoro, Piacentini, Silvestri, Rizzo, Mazzarani; recuperi 2’ e 4’.