Tre medaglie ai campionati italiani per l’Atletica Gran Sasso

E’ di tre medaglie per l’Atletica Gran Sasso Teramo il bottino dei campionati italiani Juniores e Promesse, che si sono conclusi domenica 9 giugno a Rieti. Quarto titolo italiano giovanile in carriera per Ludovica Montanaro, che questa volta non partiva sulla carta da favorita nel getto del peso Juniores. Ma ha saputo trovare il lancio vincente di 13,37 metri, che le ha permesso di vincere e di stabilire il primato personale, migliorato di 1 centimetro.  Dopo aver vinto l’oro nel peso, ha conquistato l’argento nel lancio del disco con la misura di 43,67, preceduta in classifica da Diletta Fortuna (Atletica Vicentina) con 47,36.        

Argento con primato personale di Alessia Giuliante nel triplo Promesse, che ha assaporato l’oro fino all’ultimo turno di salti con la misura di 12,60 metri. In extremis, Corinne Challancin (Firenze Marathon) le ha strappato l’oro con 12,74. Resta comunque la soddisfazione per l’atleta giuliese di essersi migliorata di 10 centimetri.  

Argento anche per Gaia Sabbatini sugli 800 Promesse. Una finale dall’andamento insolito, impostato da Elena Bellò (Fiamme Azzurre) su un ritmo elevato, con un passaggio ai 400 di 59”5. La Sabbatini ha provato a tenere la sua scia, ma non è riuscita a starle agganciata. L’atleta veneta ha tenuto duro vincendo con un ottimo 2’03”10. Nel finale di gara, la Sabbatini è apparsa in affanno, chiudendo in 2’07”09, e si è dovuta guardare dal ritorno di Giada Stanissa (CUS Trieste), terza con 2’08”05.