Serie D: Pineto-Real Giulianova 3-1. Giallorossi ad 1 punto dai play out NOSTRI SERVIZI

Il Pineto consolida il quarto posto in classifica. Fa suo il derby col Real Giulianova (3-1 il risultato finale) e allunga la striscia di risultati utili consecutivi. In casa giallorossa la situazione di classifica inizia ad essere drammatica.

Dilapidati 7 degli 8 punti di vantaggio rispetto alla zona play out, a tre giornate dalla fine. Tre finali attendono ora Del Grosso e compagni, a cominciare dalla partita di giovedì prossimo in casa contro il Montegiorgio. Servono 5 punti per staccare il biglietto della permanenza in serie D. Anche se potrebbero bastarne 4.

Al Mariani-Pavone, che offre un bel colpo d’occhio sugli spalti, dinanzi a tanti personaggi del mondo calcistico abruzzese e non solo, la truppa di Bolzan ha sofferto oltremodo l’assenza di Napolano regista dinanzi alla difesa. Soprattutto nella ripresa quando non sono arrivati palloni giocabili agli attaccanti. Il Pineto disegnato da Amaolo si è presentato privo di Amadio a centrocampo per via di un virus intestinale che lo ha costretto ad iniziare la gara dalla panchina. Ma Camplone e soprattutto Marianeschi hanno giocato una partita sontuosa. Bene anche gli esterni Fratangelo ed Esposito che hanno provato spesso a superare la linea a 5 degli ospiti.

Il Giulianova la gara l’ha interpreta bene nei primi 45 minuti. Al 14’ Barlafante si procura un calcio di rigore per un ingenuo fallo di Pepe. Dal dischetto va Di Paolo che trafigge il suo ex compagno Shiba che aveva intuito l’angolo. Ex della sfida anche Fuschi e Mazzocchetti, quest’ultimo schierato tra i pali al posto di Pagliarini, apparso incerto nelle precedenti uscite. I biancazzurri, subito lo svantaggio, si riordinano subito. La ricerca continua del gioco sulle fasce per traversoni al centro per sfruttare la stazza di Tomassini non è però fruttuosa. I locali fanno fatica a riempire l’area di rigore avversaria e così il Giulianova ha buon gioco nelle ripartenze.

Il pareggio Tomassini comunque lo trova al 29’, complice anche una disattenzione di Mazzocchetti che non legge bene la traiettoria del pallone, servendo di fatto un assist all’attaccante di casa. Il finale di tempo è di marca pinetese. Ripresa che si apre subito con un affondo dei padroni di casa che spaventano il Real Giulianova che col passare dei minuti sparirà dal campo.

Al 13’ il Pineto completa la rimonta. De Fabritiis si posiziona male col corpo sulla verticalizzazione di Tomassini che gli ruba la sfera scagliandola in fondo al sacco. Bolzan inserisce Fazzini al posto di Antonelli, e poi anche Tozzi Borsoi per Lenart. Ma la musica non cambierà. Un solo tiro da parte ospite con Di Paolo che manda di poco a lato. E’ un dominio pinetese.

Al 49’ Ferrini sgambetta Massa nei 16 metri. Rigore che Pepe trasforma per farsi perdonare dell’errore su Barlafante nel primo tempo. 3-1 che conferma la solidità della formazione di Daniele Amaolo e che getta molte preoccupazioni in casa giuliese in vista del rush finale nella corsa alla salvezza.