Crollo Firenze, sopralluogo pm: importanti novità

Crollo cantiere a Firenze, sopralluogo da parte del pm: emergono importanti novità e nuovi dettagli 

Continuano le indagini per quanto riguarda il disastroso crollo del cantiere del supermercato “Esslunga”, in quel di Firenze dove hanno perso la vita cinque operai (quattro confermate). Questo è quello che ha confermato il governatore della Toscana, Eugenio Giani, poche ore prima del ritrovamento del quinto operaio che ha perso la vita. Il suo corpo è stato recuperato nella serata di ieri da parte dei vigili del fuoco. In merito alla vicenda che si è verificata in via Mariti emergono dei nuovi ed importanti dettagli da parte del pm, Filippo Spiezia.

Sopralluogo pm
Crollo cantiere a Firenze (Ansa Foto) Cityrumors.it

Quest’ultimo, durante il primo ed ultimo sopralluogo, ha affermato che ci sono delle “diverse criticità” all’interno del cantiere dove è avvenuto il crollo la scorsa settimana. Il magistrato, però, ci ha tenuto a ribadire che sulle dinamiche ancora non possono dire nulla visto che tutto è prematuro. Allo stesso tempo ha sottolineato il fatto che alcuni operai stranieri non avevano alcun tipo di regolarità nello stare lì e, soprattutto, sul territorio nazionale.

Crollo Firenze, il pm: “Diverse criticità nel cantiere”

Quindi criticità confermate, anche se non ha voluto entrare nel merito visto che le indagini sono ancora in corso. Plaude il grande lavoro effettuato da parte della polizia giudiziaria per quanto riguarda il reperimento di tutte le fonti probatorie. Non ci sono ancora novità per quanto riguarda le prime comunicazioni formali. Quello che si aspetta il pm è la massima celerità, ma soprattutto il rispetto delle garanzie.

Sopralluogo pm
Crollo cantiere a Firenze (Ansa Foto) Cityrumors.it

Non è finita qui visto che il magistrato ci ha tenuto a ribadire che per quanto riguarda la questione degli operai morti l’irregolarità sulla loro presenza sul territorio nazionale è diversa dalle loro posizioni contrattuali. Il riferimento è più che chiaro: la loro posizione e le norme di ingresso nel territorio nazionale.

Impostazioni privacy