Ancora una tragedia sul lavoro, morto un operaio: indagini in corso

Ennesima morte sul lavoro in Italia. Questa volta a perdere la vita è stato un operaio di 58 anni. Il corpo è stato trovato dai familiari.

Si aggrava il bilancio delle morti bianche in Italia. A perdere la vita è stato un operaio di 58 anni. Come riportato da Today.it, che cita i media locali, a trovare il cadavere sono stati i familiari della vittima, che si sono recati in una azienda agricola perché non avevano dell’uomo dalla giornata di domenica.

Incidente lavoro Piacentino
Incidente sul lavoro nel Piacentino: un morto – Cityrumors.it – © Ansa

Qui, però, la tragica scoperta. Il personale medico, infatti, non ha potuto fare altro che constatare il decesso ed è stata aperta un’indagine per accertare meglio le cause della morte. I punti da chiarire sono diverse e per questo motivo si preferisce mantenere il massimo riserbo almeno fino a quando non si hanno certezze.

La ricostruzione

Incidente lavoro Piacentino
I carabinieri indagano per ricostruire meglio l’accaduto – Cityrumors.it – © Ansa

La ricostruzione di questo incidente è ancora al vaglio degli inquirenti. Stando alle prime informazioni riportate dai media locali, il 58enne si era recato nella sua azienda agricola nei pressi di Borgonovo Val Tidone, in provincia di Piacenza, nella giornata di domenica. Da quel momento, però, i familiari non hanno avuto più notizie e nelle prime ore di oggi si sono recati nel luogo per capire meglio cosa era successo.

Al loro arrivo si sono trovati ad una terribile scena: l’uomo, infatti, era moto schiacciato da una grossa pedana. La chiamata ai soccorsi è stata immediata, ma per il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Una morte che ha ancora diversi punti da chiarire e per questo motivo non ci resta che attendere le prossime ore per avere un quadro più certo di quello che è accaduto.

Il bilancio si aggrava

Il bilancio degli incidenti sul lavoro si aggrava. Come spesso accade, nei prossimi giorni sarà fatto il consueto resoconto dei numeri annuali che sono destinati ad essere drammatici. Una emergenza che non trova assolutamente fine e ci sarà bisogno di un intervento da parte del governo per provare il prossimo anno abbassare cifre che restano ormai da tempo molto alte.

Impostazioni privacy