Cartella esattoriale persa, come e dove trovarla: la procedura semplificata

Il contribuente che ha perso una cartella esattoriale non deve disperare. Riveliamo la procedura per recuperarla e non saltare i pagamenti.

Ci sono varie alternative per ritrovare una cartella esattoriale. Soluzioni online oppure che prevedono un impegno fisico. In ogni caso mai disperare, il recupero è possibile e facile.

Come ritrovare una cartella esattoriale
Cartella esattoriale persa? Dove recuperarla (Cityrumors.it)

Ricevere una cartella esattoriale è un incubo perché significa dovere spendere parecchi soldi. Il documento indica l’importo da corrispondere e le scadenze da rispettare per non incorrere in sanzioni e in ulteriori interessi che farebbero aumentare la cifra da versare. Può succedere, però, che il cittadino nel panico perda la cartella esattoriale. Come fare se proprio non viene in mente dove si è messa?

Non avere il documento tra le mani può significare saltare quella scadenza da non superare assolutamente. Se il debito non dovesse essere estinto, infatti, si potrebbe arrivare a pignoramenti, fermi amministrativi, ipoteche sugli immobili. Meglio evitare qualsiasi procedura esecutiva ma come fare? Occorre recuperare la cartella esattoriale.

Come recuperare la cartella esattoriale persa

La via più semplice è accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate per verificare le cartelle esattoriali pendenti e non saldate. L’accesso al portale si effettua unicamente tramite credenziali digitali ossia SPID, Carta di Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi. La richiesta di recupero delle cartelle smarrite può essere avviata online oppure di persona recandosi presso uno sportello di un Ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Si potrà così ripristinare la copia e ottenere le informazioni necessarie per procedere con il pagamento entro le dovute tempistiche.

Cartella esattoriale persa? Dove recuperarla
Recupero della cartella esattoriale online (Cityrumors.it)

Se la scelta è quella di recarsi presso un Ufficio di persona bisognerà prima verificare la necessità di prendere un appuntamento contattando telefonicamente la sede di competenza territoriale per fissare data e orario se richiesto. Può accadere che il primo giorno disponibile sia troppo lontano nel tempo. Per agire più tempestivamente è consigliabile optare per la via telematica di recupero della cartella esattoriale perduta. Basterà accedere all’Area personale del sito dell’Agenzia delle Entrate e richiedere la ristampa del documento compilando un apposito documento, il Mod RD1.

All’interno occorrerà indicare i dati personali, il domicilio, l’indirizzo PEC e la tipologia del documento richiesto. Il contribuente può scegliere di fare domanda della situazione debitoria totale oppure dell’estratto di ruolo degli atti, della copia di notifica degli atti, dei bollettini in caso di rateizzazione. Una volta richiesta la documentazione necessaria arriverà una PEC con la copia di interesse. In questo modo non si salterà la scadenza entro cui ripagare il debito.

Impostazioni privacy