Maggiorazione importante delle cifre: più soldi a fine mese per molti italiani, ecco a chi spettano

Novità per l’assegno unico 2024. Esaminiamo in che modo ci saranno degli aumenti per molte famiglie italiane.

Nel corso del 2024, l’assegno unico in Italia ha subito significative modifiche, con nuovi importi e soglie ISEE che hanno influenzato le risorse messe a disposizione delle famiglie italiane. L’INPS ha pubblicato le tabelle ufficiali, delineando chiaramente cosa cambia per i beneficiari del sostegno economico.

arrivano aumenti per l'assegno unico
Nel 2024 il governo ha apportato modifiche per l’assegno unico – Cityrumors.it

Una delle modifiche più rilevanti riguarda l’aumento degli importi e delle soglie ISEE, che definiscono l’accesso e l’entità dell’assegno unico per le famiglie italiane. A partire dal mese di febbraio 2024, il governo ha aggiornato gli importi in base all’inflazione e rivalutati al 5,4%. Questo aumento rappresenta una svolta significativa per molte famiglie in difficoltà economica.

Quali sono le nuove soglie

Le nuove soglie ISEE consentono un accesso più ampio al beneficio dell’assegno unico. La soglia minima per ottenere l’importo massimo del sussidio è stata incrementata, passando da 16.215 euro a 17.090,61 euro. Allo stesso modo, la soglia massima prevista per ottenere il bonus è stata innalzata a 45.574,96 euro. Ciò significa che un numero maggiore di famiglie potrà beneficiare del sostegno economico offerto dall’assegno unico nel 2024.

abbassate le soglie per ricevere l'assegno
È più facile ricevere l’assegno per molte famiglie – Cityrumors.it

Le famiglie con un ISEE inferiore alla soglia minima avranno accesso a un assegno di quasi 200 euro, mentre coloro che possiedono un ISEE più elevato, fino alla soglia massima, potranno ricevere circa 60 euro di assegno unico per ogni figlio a carico. Questo aumento degli importi rappresenta un aiuto concreto per affrontare le spese quotidiane e garantire un tenore di vita dignitoso per le famiglie italiane. Le maggiorazioni sull’assegno unico hanno subito importanti modifiche, con l’introduzione di nuove fasce e l’incremento degli importi per alcune categorie di beneficiari.

Tra le principali novità:

  • Figli successivi al secondo: l’importo della maggiorazione per i figli successivi al secondo è passato da 17,10 euro a 96,90 euro, fornendo un sostegno maggiore alle famiglie numerose.
  • Entrambi i genitori con reddito: le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e hanno un reddito possono beneficiare di un incremento dell’assegno unico fino a 34,10 euro, alleviando il peso delle spese familiari.
  • Mamma under 21: le giovani mamme di età inferiore ai 21 anni vedono aumentare l’importo dell’assegno unico a 22,80 euro, fornendo loro un sostegno aggiuntivo per affrontare le sfide legate alla genitorialità in giovane età.

È importante sottolineare che l’importo fisso della maggiorazione per le famiglie numerose, con 4 o più figli a carico, rimane invariato a 150 euro.

Infine, per i ragazzi under 21 con disabilità, sono previsti nuovi importi e maggiorazioni, tenendo conto del grado di non autosufficienza o di disabilità. In particolare:

  • in caso di non autosufficienza, è previsto un importo di 119,60 euro;
  • in caso di disabilità grave, l’assegno unico è di 108,20 euro;
  • in caso di disabilità media, l’importo è di 96,90 euro.
Impostazioni privacy