Altro che 10.000 passi al giorno: per preservare la salute da questa malattia ne occorrono molto meno, li fai in un attimo

Camminare fa bene alla salute, questo è risaputo. Ma molti si chiedono se c’è davvero bisogno di fare 10 mila passi al giorno.

La salute cardiaca è cruciale per il benessere generale, soprattutto nelle fasi avanzate della vita. Con l’invecchiamento, diventa sempre più importante adottare uno stile di vita attivo. Ciò serve per preservare la funzione cardiaca e prevenire le malattie cardiovascolari, tra cui l’insufficienza cardiaca.

quanti passi bisogna fare per la salute cardiaca
Molti pensano che bisogna fare 10 mila passi al giorno per la propria salute cardiaca – Cityrumors.it

Un recente studio condotto dall’Università di Buffalo ha dimostrato una cosa interessante in merito. Sembra che anche un modesto numero di passi al giorno possa avere un impatto significativo sulla riduzione del rischio di insufficienza cardiaca nelle donne che hanno dai 60 anni in su. E se sei convinto che per stare bene devi fare almeno 10 mila passi al giorno, sarai sorpreso di sapere che lo studio rivela tutt’altro!

Cosa rivela lo studio

Il team di ricerca ha reclutato quasi 6.000 donne statunitensi con un’età compresa tra 63 e 99 anni. Ha poi monitorato attentamente la loro attività fisica utilizzando accelerometri indossabili. Questi dispositivi hanno consentito di registrare con precisione il numero di passi compiuti ogni giorno. E anche la durata e l’intensità di altre forme di attività fisica. Nel corso di un periodo di follow-up di circa 7 anni e mezzo, lo studio ha identificato e confermato 407 casi di insufficienza cardiaca attraverso diagnosi cliniche.

uno studio dimostra che bastano 2500 passi
Secondo uno studio per le donne dai 60 anni in su bastano 2500 passi per migliorare la salute del cuore – Cityrumors.it

I risultati dello studio hanno rivelato un legame chiaro tra l’attività fisica e il rischio di insufficienza cardiaca nelle donne anziane. Ogni 70 minuti al giorno di attività fisica leggera sono stati associati a una riduzione del 12% nel rischio di insufficienza cardiaca, mentre ogni 30 minuti al giorno di attività fisica moderata-vigorosa hanno ridotto il rischio del 16%. Al contrario, ogni ora e mezza di sedentarietà è stata associata a un aumento del 17% nel rischio di insufficienza cardiaca.

Questi risultati hanno importanti implicazioni per la promozione della salute cardiaca nelle persone anziane. Contrariamente alla convinzione comune che un’attività fisica intensa sia necessaria per ottenere benefici significativi per la salute, lo studio ha dimostrato che anche una modesta quantità di passi al giorno può portare a una significativa riduzione del rischio di insufficienza cardiaca. Questa scoperta è particolarmente rilevante considerando che l’insufficienza cardiaca è un disturbo comune tra le donne anziane, con limitate opzioni terapeutiche disponibili.

Basandosi sui risultati dello studio, gli esperti raccomandano un obiettivo di 2.500 passi al giorno per le donne dai 60 anni in su come strategia efficace per ridurre il rischio di insufficienza cardiaca. Questo obiettivo è raggiungibile per molti anziani e può essere monitorato utilizzando dispositivi indossabili come i tracker fitness. Incorporare quest’attività nel proprio stile di vita potrebbe aiutare a ridurre il carico di malattie cardiovascolari e migliorare la qualità di vita delle persone anziane.

Non sottovalutare il potere di una breve camminata!

Impostazioni privacy