I tifosi della Roma piangono la loro voce storica: “Sempre nei nostri cuori”

Un giorno molto triste per il pubblico della Roma. E’ scomparso uno dei personaggi più apprezzati dalla tifoseria giallorossa

Una brutta notizia ha sconvolto il mondo giallorosso. E’ scomparso uno dei personaggi più conosciuti ed apprezzati nell’ambiente romanista. Una voce storica, capace per anni di accompagnare i tifosi della Roma in migliaia di trasmissioni radiofoniche e televisive. Un personaggio che ha fatto della pacatezza e della professionalità il suo stile inconfondibile. “Forza Alberto, raccontaci un altro gol”, hanno scritto i tifosi della Roma ieri allo stadio Olimpico. Un modo per stargli vicino, dopo aver capito del peggioramento delle sue condizioni di salute.

Una brutta notizia per i tifosi della Roma. E’ scomparso uno dei cronisti più amati – Cityrumors.it

 

La Roma piange la scomparsa di Alberto Mandolesi. Il cronista sportivo è morto nella capitale all’età di 76 anni. Per anni è stato la voce delle partite della squadra giallorossa. Uno dei primi radiocronisti, capaci di seguire passo dopo passo la cavalcata della squadra di Niels Liedholm nella stagione 82-83. Il racconto di quelle sfide divenne un album, che per anni è rimasto negli archivi di tutti i tifosi della Roma. Aveva stabilito un rapporto quasi fraterno con Falcao. Lo accompagnava nelle serate romane, era diventato per il brasiliano un amico ed una sorta di confessore. Raccontò il cammino della Roma dalla prima giornata al trionfo di Genova (che portò al trionfo in campionato). L’unico suo cruccio, fu il non essere riuscito a realizzare la radiocronaca di Roma-Liverpool, finale di Coppa dei Campioni nel 1984, a causa di un battibecco con un delegato Uefa.

Addio a Mandolesi, il ricordo della Roma

Ha raccontato le vicende della squadra giallorossa per tantissimi anni: da Radio Roma a Radio Dimensione Suono Roma, da Radio Spazio Aperto a Teleroma 56 e a Rete Oro, passando per Rete Sport. Il suo timbro particolare, quasi svociato, era impossibile da non riconoscere. “Forza Alberto raccontaci un altro gol”, hanno scritto i tifosi giallorossi allo stadio Olimpico appena saputo del peggioramento delle sue condizioni di salute. La società giallorosso lo ha ricordato con uno struggente post sui social network: “Voce di indimenticabili emozioni giallorosse, sarai sempre nei nostri cuori. L’AS Roma si unisce al cordoglio per la scomparsa della storica voce giallorossa Alberto Mandolesi e si stringe al dolore dei suoi familiari”, ha scritto il club sui social.

Alberto Mandolesi allo stadio Olimpico di Roma -Cityrumors.it

 

Mandolesi era nato ed ha sempre vissuto a Roma, nel quartiere Prati. Appassionato di calcio e di musica, aveva cercato di unire le sue due più grandi passioni. Da giovane si era cimentato con il basso, mentre nel 2001 realizzò un cd musicale dedicato al terzo scudetto della squadra giallorossa. In compagnia dell’inseparabile amico e collega Pato (con il quale ha condiviso numerose trasmissioni radiofoniche e televisive), ha realizzato un album, mischiando racconti delle gare e brani dedicati ai calciatori più rappresentativi della squadra giallorossa. Su tutti, Francesco Totti, per il quale ha sempre avuto una sorte di ammirazione. Fu lui a raccontarne i primi gol in radiocronaca e ad esaltarne la bravura in campo e fuori.

Lo striscione dedicato dai tifosi giallorossi ad Alberto Mandolesi prima di Roma-Inter – Cityrumors.it

Il rapporto con Totti

Mandolesi dedicò all’ex capitano giallorosso un pensiero nel libro Romanisti in 100 personaggi +1: “Francesco è sempre stato un ragazzo timido, ma riconoscente. Lo volevano tutti per la sua prima apparizione, ma lui scelse me. E io lo ringrazierò per sempre“, scrisse. Con il suo stile, sempre pacato, la sua passione e il suo spirito, ha raccontato la Roma a modo suo: lontano dai modi beceri e dalle guerre intestine che hanno contraddistinto negli ultimi anni la stragrande maggioranza delle trasmissioni radiofoniche. Alle minacce ha sempre preferito il dialogo, ai toni accesi, la calma e la pazienza. La Roma è stata la sua più grande compagna di vita. La musa ispiratrice di migliaia di dirette radiofoniche e televisive. Il suo ultimo post su Facebook risale alla scorsa settimana: al termine di Roma-Cagliari scrisse: “Pellegrini (terzo gol su tre partite con De Rossi), doppietta di Dybala e prima rete in Serie A di Huijsen. Niente male per la Roma che si porta a un punto dal quarto posto e che mette in mostra progressi preziosi. Sabato all’Olimpico arriva l’Inter. Sarà un match spettacolare”.

Impostazioni privacy