Medjougorje, l’ultimo messaggio della Regina della Pace: il testo completo

È  arrivato pochi minuti fa l’ultimo messaggio della Madonna a Medjugorje, tramite la veggente Marija Pavlovic. Ecco il testo completo

Come ogni 25 del mese è arrivato, puntuale, il tanto atteso messaggio della Regina della Pace. A raccoglierlo è la veggente Marija Pavlovic di Medjugorje. Parole intense, che richiamano ad un rinnovo spirituale completo, in un momento molto importante e sentito, come la Quaresima.

E’ arrivato il messaggio della Regina della Pace alla veggente Marija di Medjougorje – Cityrumors.it

Rispetto allo scorso mese, quando il messaggio fu ermetico e conciso (“Cari figli! Questo tempo sia il tempo della preghiera”), stavolta torna un pensiero più profondo: una riflessione ampia e rivolta dalla Madonna di Medjugorje a tutti i fedeli nel mondo: parole che richiamano alla necessità di saper crescere nella comunione e che rievocano concetti legati all’unità, all’armonia, alla pace tra noi, e tra noi e Dio. Le parole della Regina delle pace sono arrivate puntuali, attraverso il tramite della veggente Marija Pavlovic.

Chi è la veggente Marija Pavlovic

“Quando la Vergine è con noi, è sempre presente e si trova su una piccola nube“, ha raccontato in passato Matija Pavlovic all’allora parroco di Medjougorje Fra Janko. E’ una dei sei veggenti che raccolgono i messaggi di Maria, insieme a Ivan Dragićević, Vicka Ivanković, Ivanka Ivanković e Mirjana Dragićević. Quando le è stato chiesto come appare la Vergine Maria, ha risposto: “E’ di una beatitudine indescrivibile. con il sorriso che sembra come un qualcosa sotto pelle”. Marija Pavlović è nata in una frazione di Citluk il 1° Aprile del 1965. È sposata dal 1993 con Paolo Lunetti, ha 4 figli e vive tra l’Italia e Medjugorje.  Fino ad oggi ha ricevuto nove dei dieci segreti che riguardano Medjugorje e il mondo intero.

La veggente Marjia Pavlovic, che raccoglie i messaggi della Regina della Pace – Cityrumors.it

Medjugorje. Messaggio del 25 febbraio 2024 alla veggente Marija

“Cari figli! Pregate e rinnovate il vostro cuore perché il bene che avete seminato porti frutto di gioia e di comunione con Dio. La zizzania ha preso molti cuori e sono diventati sterili. Perciò voi, figlioli, siate luce, amore e le mie mani estese in questo mondo che anela a Dio che è amore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”, queste le parole raccolte nel messaggio di oggi.

Il commento del direttore di Radio Maria

“La Regina della Pace rivolge i suoi pensieri in primo luogo alla Parrocchia di Medjougorje – questo il commento di Padre Livio, direttore di Radio Maria – e poi a tutti gli altri. La Madonna una volta ha detto: ‘Le mie parole siano preziose’. Queste parole devono essere comprese nella preghiera, nella Grazia dello Spirito Santo e nella preghiera. Questo messaggio ha un taglio particolare, come tutti i messaggi di febbraio e marzo. Si fa riferimento alla stagione della primavera: lei dice che i fiori iniziano a sbucare, che la natura lotta per la vita. Anche questo messaggio è primaverile: fa riferimento alla seminagione del bene e alla seminagione della zizzania. Il quadro del messaggio è diviso in tre parti: la prima è rivolta a chi semina il bene, la seconda a chi semina la zizzania, la terza, come sempre accade, alla testimonianza”.

“Con l’inizio della Quaresima, molti sono messi all’opera: cosa si fa in questo periodo? Si semina, come i contadini seminano i campi, noi, con l’inizio della Quaresima ci dobbiamo preparare alla Pasqua: arare il nostro cuore, rastrellarlo e seminare la parola di Dio, attraverso i buoni pensieri e i buoni propositi. In modo che germoglino durante il tempo pasquale. Quando si parla di rinnovamento, si fa riferimento al togliere tutto ciò che non fa crescere il seme. Al tagliare le teste dei vizi capitali: fare nuovo il nostro cuore. Purificarlo, lavarlo dal fango spirituale che è il peccato. La Madonna ci indica il centro sul quale dobbiamo lavorare. Il cuore è il centro spirituale dell’uomo. Lì dovremmo aver seminato i propositi di rinnovamento e di vita nuova. Lavoriamo affinchè portino frutti di gioia”. 

Impostazioni privacy