Treni, ci attende una domenica nera. Restate e casa

Prepariamoci ad una domenica da “incubo” per quel che riguarda i trasporti pubblici. Meglio restarsene a casa e non spostarsi.

Sarà una domenica da incubo quella del 19 maggio per chi volesse spostarsi per gite fuori porta. Meglio restarsene a casa a guardare qualche serie tv perché i treni ci faranno penare da Nord a Sud. E muoversi in automobile sarà altrettanto problematico.

sciopero dei treni domenica 19 maggio
Sarà una domenica da incubo per chi deve viaggiare -(foto Pixabay)- Cityrumors.it

Se avevate programmi per domenica 19 maggio, fareste meglio ad annullare tutto. Trenitalia, Italo persino Trenord hanno indetto uno sciopero che durerà per tutta la giornata di domenica e in parte anche lunedì. Si prevedono disagi fortissimi lunghe code sulle strade e le autostrade.

Non ci saranno fasce orarie garantite trattandosi di un giorno festivo. Se avevate in mente una gita al mare o in un’altra città vi conviene rimandarla perché, non solo non ci saranno i treni, ma potreste rimanere bloccati per ore nel traffico se deciderete di prendere la macchina.

Lo sciopero è nazionale e, pertanto, i disagi si estenderanno da Nord a Sud. Il “braccia conserte” è stato confermato dalle aziende, dai sindacati e anche dal Ministro dei Trasporti. Nonostante il bel tempo, il primo sole e le temperature gradevoli, la cosa migliore da fare domenica 19 sarà restare chiusi a casa propria.

Sciopero di 23 ore: ecco chi aderisce

Sarà una domenica infernale per chi deciderà di partire o per chi, al contrario, dovesse rientrare da qualche viaggio. Alcune delle principali firme sindacali hanno indetto uno sciopero di ben 23 ore. A meno che non sia strettamente necessario, domenica 19 sarà meglio per tutti restare a casa. Vediamo tutto nei dettagli.

sciopero dei treni 23 ore
Sciopero dei treni di 23 ore senza fasce orarie garantite -(foto Pixabay)- Cityrumors.it

Sciopero dei treni di 23 ore e senza fasce orarie garantite. Lo sciopero inizierà alle ore 3 di notte di domenica 19 maggio e proseguirà fino alle 2 di lunedì 20 maggio. La protesta vede coinvolte le firme sindacali di Cub Trasporti, Sgb e Usb. Lo sciopero è stato recentemente confermato anche dal Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, il leghista Matteo Salvini.

Anche Trenitalia ha confermato tutto attraverso un comunicato e ha informato che ritardi e cancellazioni potranno verificarsi anche dopo gli orari dello sciopero indicati. Per chi avesse già acquistato i biglietti ferroviari, è possibile chiedere un rimborso. Il rimborso può essere richiesto fino a 24 ore prima dell’orario di partenza per i treni regionali e fino all’ora della partenza per Intercity e Frecce. La compagnia Italo, invece, per ridurre i disagi per i viaggiatori, ha pubblicato la lista dei treni garantiti durante lo sciopero.

Allo sciopero di 23 ore aderirà anche la compagnia regionale lombarda Trenord. Trenord ha, tuttavia, puntualizzato che, per coloro che dovranno recarsi all’aeroporto di Malpensa, in caso di cancellazione dei treni ci saranno dei bus sostitutivi che partiranno dalla stazione di Milano Cadorna, in via Paleocapa per la precisione.

Impostazioni privacy