Scrittura privata: perchè tanti la usano ma attenzione alle nuove regole 2024

Sono in tanti coloro che utilizzano una scrittura privata e il motivo è semplice. Dal 2024 bisogna fare attenzione al cambio di regole. 

Sono diverse le disposizioni legislative che regolano una scrittura privata e rappresentano anche uno strumento cruciale per garantirne la validità e l’efficacia legale di questi documenti sostitutivi agli atti pubblici notarili. Nel corso del 2024 le leggi vigenti hanno delineato chiaramente le condizioni e i requisiti necessari affinché una scrittura privata sia considerata legale e vincolante.

Scrittura privata cambio regole 2024
Tutte le regole che cambieranno da quest’anno – Cityrumors.it

Una scrittura privata definita come un documento che possiede le stesse caratteristiche di un atto pubblico ma non redatto da un notaio e non sempre autenticato da un pubblico ufficiale, deve essere redatta in conformità alle normative stabilite per garantirne la validità. Tra le leggi in vigore che disciplinano la stesura di una scrittura privata, vi sono disposizioni riguardanti diversi aspetti. Tra questi troviamo la sua corretta redazione, il suo valore legale, la possibilità di annullamento e i casi in cui è consentito utilizzare una scrittura privata al posto di un atto pubblico notarile.

Scrittura privata, cambiano le regole nel 2024: tutte le norme vigenti

Il Governo italiano ha cambiato le regole anche per quanto concerne la stesura della scrittura privata. Infatti ad oggi le leggi in vigore richiedono che il documento soddisfi determinati criteri di formazione, tra cui l’inclusione di una data (anche se non essenziale ma utile per individuare il momento di redazione), un titolo che definisca l’oggetto della scrittura, un contenuto esaustivo che descriva dettagliatamente l’accordo o il contratto, nonché le firme delle parti coinvolte.

Scrittura privata cambio regole 2024
Tutte le regole che cambieranno da quest’anno – Cityrumors.it

Allo stesso tempo affinché una scrittura privata abbia un valore legale è necessaria l’autenticazione da parte di un pubblico ufficiale autorizzato, come un notaio o un avvocato. Inoltre una scrittura privata non autenticata può comunque essere riconosciuta giuridicamente, ma solo attraverso una verifica giudiziale. Sono diversi i casi in cui è possibile utilizzare una scrittura privata e includono contratti di vario genere.

Tra questi tipi di contratto troviamo prestiti tra privati, contratti di affitto, vendite di veicoli, donazioni, testamenti e tanto altro ancora. Tutti i cittadini dovranno tenere a mente che una scrittura privata non autenticata può essere contestata e non ha la stessa efficacia legale di un atto pubblico. Per quanto riguarda la possibilità di annullare una scrittura privata, ci sono anche qui novità per quanto concerne la legge.

Infatti attualmente le leggi in vigore consentono il recesso della stessa. Questo può avvenire semplicemente dichiarando che la sottoscrizione non è propria, senza la necessità di fornire prove aggiuntive. Quindi le leggi in vigore da quest’anno offrono un quadro dettagliato delle disposizioni legali che regolano le scritture private, garantendo alle parti coinvolte la certezza giuridica e di conseguenza la tutela dei diritti.

Impostazioni privacy