“Nulla da dichiarare”, poi l’assurda scoperta: fermata una donna

“Non ho nulla da dichiarare”, poi l’assurda scoperta: una donna è stata fermata all’interno dell’aeroporto da parte degli agenti 

Un episodio a dir poco insolito quello che si è verificato pochi giorni fa all’interno dell’aeroporto “Marco Polo” di Venezia. Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che una donna si stava dirigendo verso l’uscita con la sua valigia, affermando di non avere nulla da dichiarare. Una frase che, però, non ha convinto del tutto gli operatori che sono andati fino in fondo. Poi l’incredibile, quanto assurda, scoperta: all’interno della valigia erano presenti circa 250mila euro.

All'interno della valigia 250mila euro
Fermata una donna in aeroporto (Ansa Foto) Cityrumors.it

Gli agenti della Guardia di Finanza, con l’aiuto dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio all’aeroporto, hanno fermato una donna. Si tratta di una cittadina di nazionalità greca che arrivava da Atene. Come annunciato in precedenza la sua frase non aveva convinto del tutto gli operatori mentre la colpevole stava oltrepassando il varco di uscita “Canale verde – nulla da dichiarare” che si trova nell’area doganale.

Venezia, all’interno della valigia quasi 250mila euro: fermata donna

Insospettiti dal comportamento della passeggera gli operatori hanno chiesto di controllare i bagagli a mano e da stiva per avere certezze. Poi la scoperta: all’interno della valigia una somma dal totale di 249.210,20 euro. Sia in contanti che in assegni. Visto che non era stata presentata alcun tipo di dichiarazione valutaria per somme eccedenti i 10mila euro, l’intera somma è stata successivamente sequestrata (130mila euro). Così come gli assegni.

All'interno della valigia 250mila euro
Sequestrati 250mila euro (Ansa Foto) Cityrumors.it

Banconote che saranno erogate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Visto che l’importo era decisamente superiore ai 40mila euro la donna greca non ha potuto nemmeno di avvalersi dell’oblazione immediata con pagamento di una sanzione ridotta. Per la donna sono scattate inevitabilmente le manette e aperte le porte del carcere. Le accuse nei suoi confronti sono inevitabilmente molto gravi.

Un sequestro che si è verificato in merito all’aumento del traffico di passeggeri all’aeroporto veneziano in concomitanza della manifestazione “VicenzaOro”. Proprio durante il periodo di questa fiera, durante i controlli effettuati, gli operatori hanno intercettato una somma dal valore di 400mila euro applicando sanzioni per quasi 135mila euro.

Impostazioni privacy