Rischio cancro, ora ci dicono di stare alla larga dalle spezie

Dopo la carne, il pesce e i formaggi ora i medici raccomandano di stare alla larga anche da alcune spezie: sono rischiose per la salute.

Se pensavi che le spezie depurassero il corpo e facessero bene alla salute, sbagliavi di grosso. I medici hanno lanciato l’allarme: meglio stare alla larga dalle spezie, alcune possono essere veramente molto dannose.

spezie cancerogene
I medici lanciano l’allarme sulle spezie/Cityrumors.it

Ci hanno sempre detto di abbondare con le spezie quando cuciniamo in modo da ridurre la quantità di sale che, se consumato in eccesso, può causare l’ipertensione. Ma ora scopriamo che alcune spezie possono, addirittura, causare l’insorgenza del cancro. Sembra incredibile eppure è tutto vero.

Da anni i medici e i nutrizionisti raccomandano l’uso quotidiano delle spezie come la curcuma, la cannella, lo zafferano, il cumino e molte altre. Esse, infatti, sono saporite, buone, insaporiscono i piatti senza aggiungere calorie e senza dare problemi di pressione alta come, invece, fa il sale.

Inoltre alcune spezie vantano proprietà depurative e sono, quindi, un toccasana per il fegato. Altre stimolano la digestione. A fronte di tutti questi benefici, ora, però, emerge una verità completamente diversa: alcune spezie potrebbero causare il cancro e, dunque, dobbiamo assolutamente starne alla larga.

Spezie: stai alla larga da queste, possono causare il cancro

I medici e le autorità preposte ai controlli alimentari hanno lanciato l’allarme: alcune spezie contengono sostanze cancerogene e, pertanto, vanno assolutamente evitate. Vediamo di quali prodotti si tratta.

quali sono le spezie rischiose
Ecco da quali spezie dobbiamo stare alla larga/Cityrumors.it

Gran parte delle spezie che troviamo al supermercato o nei negozi etnici provengono dall’India che è il maggior consumatore e il maggior esportatore di spezie in tutto il mondo. Di recente sono state trovate presunte sostanze cancerogene all’interno delle spezie prodotte dalle aziende indiane Mdh ed Everest, i due maggiori marchi che vengono esportati in Europa, Stati Uniti e Nord Africa.

Tutto ha avuto inizio lo scorso aprile quando Hong Kong e Singapore hanno bloccato l’importazione di questi prodotti dopo aver individuato alti livelli di ossido di etilene all’interno di alcune confezioni di “fish curry Masala”, un mix di curry e spezie indicato soprattutto per insaporire pietanze a base di pesce.

L’ossido di etilene viene utilizzato per la sterilizzazione degli strumenti chirurgici e per diversi scopi nell’industria. L’esposizione prolungata a questa sostanza espone l’essere umano al rischio di ammalarsi di cancro. Ci sono stati diversi studi in merito che hanno dimostrato la stretta correlazione tra questa sostanza e l’insorgenza di tumori.  In particolare sembra che l‘ossido di etilene possa  aumentare il rischio di cancro linfoide e, per le donne, di cancro al seno.

Non è la prima volta che il marchio di spezie Mdh viene richiamato dal mercato per potenziali sostanze tossiche. Infatti già nel 2019, alcuni lotti erano stati richiamati negli Stati Uniti per il rischio di contaminazione da salmonella.

Impostazioni privacy