Bonus bollette: torna a sorpresa ma hai pochissimo tempo per richiederlo

Torna il bonus bollette: ecco come farne richiesta e quali sono i requisiti per potervi accedere.

Negli ultimi anni i costi per la vita sono aumentati. Dalla spesa al supermercato alle utenze domestiche, i soldi da sborsare a fine mese sono sempre di più e ciò con gravi conseguenze per chi ha difficoltà a reperirli tutti. Per fortuna ci sono diversi bonus che aiutano in tal senso e che possono garantire dei validi aiuti per far fronte a determinate uscite.

Torna a sorpresa il bonus bollette: pochissimi giorni per richiederlo
Ecco i requisiti per il nuovo bonus bollette – foto web365srl – (Cityrumors.it)

Un esempio è dato dal bonus bollette che è appena tornato a sorpresa anche se solo per pochissimi giorni. Scopriamo, quindi, quali sono i requisiti per accedervi e come ed entro quando farne richiesta per poter godere di questo aiuto sicuramente molto importante per le famiglie.

Bonus bollette: cosa c’è da sapere per ottenerlo

Poter contare su un bonus bollette che garantisca l’arrivo di un’entrata extra volta a diminuire le spese per le varie utenze è sempre un’ottima cosa. Questo mese, tale fortuna, spetta agli abitanti di Sondrio che se in possesso dei requisiti richiesti potranno farne richiesta, ottenendo così uno sgravio dalle spese mensili legate alla fornitura di energia elettrica. A tale scopo sono stati infatti stanziati due milioni e mezzo di euro e tutto per favorire i cittadini che si trovano maggiormente in difficoltà.

Bonus Bollette: cosa sapere per ottenerlo
Ecco come ottenere il bonus bollette – foto canva – (Cityrumors.it)

Per poter usufruire del bonus, bisogna essere in possesso di determinati requisiti. Il primo è ovviamente quello di essere italiani e avere la residenza a Sondrio e di fare richiesta per un’utenza nella quale si ha, appunto, la residenza. In alternativa si può aderire anche se si è cittadini dell’Unione Europea ma con regolare permesso di soggiorno e residenza in uno dei comuni della provincia. L’utenza dovrà essere intestata a chi fa la domanda o a un componente del nucleo familiare. Serve poi un ISEE che non superi i 20mila euro e che può arrivare a 40mila euro se si hanno 3 o più figli.

Per ogni famiglia della quale sarà accettata la richiesta il contributo massimo, una tantum, sarà di 500 euro. Il contributo si potrà infine richiedere una sola volta. Sarà però cumulabile con altri aiuti locali, regionali o nazionali. Ciò che conta tenere a mente è che i tempi per agire sono davvero stretti. La scadenza del bonus è infatti prevista per il 20 maggio 2024. Chi è interessato dovrà quindi fare richiesta subito e non oltre le 12 del 20 maggio, momento in cui ogni richiesta arrivata non sarà più considerata valida.

Impostazioni privacy