ISEE 2024: come compilarlo e quali documenti preparare per non commettere errori

Per l’Isee 2024 cambiano le regole di calcolo viste le novità inserite nella Legge di Bilancio. Quali sono i documenti e le novità.

Il Modello ISEE 2024 è un documento che attesta la situazione economica equivalente di un nucleo familiare. Esso è utilizzato per accedere a una serie di benefici e agevolazioni sociali, come l’assegno unico, le borse di studio, le agevolazioni per il pagamento delle tasse universitarie e altro ancora. Con la prossima Legge di Bilancio 2024 sono in arrivo novità anche su tale modello e in particolar modo sulle modalità di calcolo della situazione patrimoniale.

Documenti per la presentazione del modello Isee
ISEE 2024: quali documenti servono per la domanda (cityrumors.it)

L’ISEE può essere richiesto in qualsiasi momento dell’anno (anche in base a quando effettivamente serve per una determinata agevolazione. Di seguito, vediamo i documenti da presentare, come si effettua il calcolo, quali sono i valori che fanno alzare l’Isee e le novità di calcolo previste per il 2024.

Modello ISEE 2024, come si calcola, quali documenti servono e novità

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) è uno strumento finalizzato a valutare la situazione economica delle famiglie in Italia. Esso tiene conto del reddito di tutti i membri del nucleo familiare, del loro patrimonio (mobiliare e immobiliare), e di una scala di equivalenza che varia a seconda della composizione del nucleo. Il modello ordinario rileva la situazione economica relativa ai 24 mesi (quindi due anni solari) precedenti; perciò, nel 2024 si guarda a redditi e patrimoni del 2022.  Il primo passo per ottenerlo è la presentazione della Dsu (Dichiarazione Sostitutiva Unica). Essa contiene le informazioni anagrafiche, reddituali e patrimoniali che descrivono la situazione economica di ogni componente del nucleo familiare.

isee novità
Isee 2024, cosa cambia con la nuova legge di bilancio (cityrumors.it)

Quest’ultima può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno ed è valida dalla data di presentazione fino al 31 dicembre successivo. È possibile compilarla autonomamente o tramite patronati, utilizzando SPID o altre forme di identificazione digitale. Con il Decreto accertamenti della riforma fiscale 2024 e la Legge di Bilancio 2024, sono state introdotte importanti modifiche al calcolo dell’ISEE. Innanzitutto è prevista l’esclusione dei titoli di Stato e dei prodotti finanziari di raccolta del risparmio fino a 50.000 euro, per rendere il calcolo dell’ISEE più equo. I redditi da lavoro dipendente e autonomo saranno inclusi nel calcolo dell’ISEE, insieme all’aggiornamento dei valori ISTAT. 

Un’altra delle novità più importanti che verranno introdotte dal prossimo anno riguarda il concordato preventivo. Questa nuova agevolazione, che riguarderà esclusivamente i contribuenti con partita Iva, avrà un impatto diretto anche sul calcolo dell’Isee. Per i titolari di partita Iva che decideranno di aderire al concordato preventivo, non ci sarà un effetto moltiplicatore ai fini del calcolo dell’Isee.

Le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2024 potrebbero avere un impatto significativo sulla possibilità di accesso ai benefici sociali per alcuni nuclei familiari. È importante che i cittadini italiani siano informati di queste novità, in modo da poter valutare l’impatto che esse potrebbero avere sulla propria situazione.

Impostazioni privacy