Mutui, risparmi fino ad 800 euro anche senza ISEE: la novità

Dopo molti mesi difficili arriva una possibilità importante di risparmio con i mutui. E l’Isee in questo caso non serve

Il 2023 e l’avvio del 2024 sono stati tutt’altro che semplici sul fronte del pagamento dei mutui a tasso variabile o della sottoscrizione di nuovi mutui a tasso fisso o variabile. L’incremento dei tassi deciso dalla BCE e proseguito per diversi mesi ha fatto schizzare all’insù i costi della rata mensile portandoli in alcuni casi a livelli di insonstenibilità per i nuclei familiari.

Mutui 2024, risparmio fino a 800 euro. Come fare
Come si evolve la situazione dei mutui a tasso fisso e variabile (cityrumors.it)

Il 2024 si è aperto con uno spiraglio positivo grazie ad una prima, seppur minima, riduzione di tali importi ma i costi legati al mutuo per l’acquisto di una casa rimangono, ad oggi, di gran lunga superiori rispetto a quelli del 2022. Ci sono però buone notizie all’orizzonte, grazie alla possibilità di risparmiare fino a 800 euro e senza dover presentare l’Isee. Scopriamo di che cosa si tratta.

Risparmio fino a 800 euro per i mutui e senza Isee: cosa succede

Dopo due anni di costanti aumenti decisi allo scopo di non far esplodere l’inflazione e contenerla il più possibile, finalmente le rate dei mutui stanno iniziando a calare lasciandoci alle spalle il picco raggiunto nel mese di novembre 2023 quando i tassi sono arrivati a sfiorare il 5%. L’inversione di tendenza sta riguardando sia i mutui a tasso fisso che quelli a tasso variabile e ha come immediata conseguenza i primi segnali di risparmio per le famiglie italiane. L’andamento è stato analizzato nel dettaglio dal Codacons che ha fatto alcuni calcoli in merito ai costi e al risparmio di oggi rispetto alle spese che solo pochi mesi fa bisognava sostenere.

Mutui a tasso fisso e variabile: come cambia il taeg
Risparmio per mutui a tasso variabile da 140mila euro in 30 anni (cityrumors.it)

Ad oggi il Taeg oscilla tra il 2,7 ed il 2,8%, una riduzione netta rispetto al 3,7 del novembre 2023. Ne derivano dunque rate mensili di importo inferiore con risparmi stimati, per mutui da 100mila euro con piano di ammortamento a trent’anni, pari a circa 45 euro al mese. Nel caso di mutuo a 25 anni per un valore di 140mila euro si sale però a risparmi di 67 euro al mese. Andando dunque a guardare ai risparmi annui gli importi sono, rispettivamente, pari a 540 euro e 804 euro per i mutui a tasso fisso.

Nel caso del tasso variabile il Taeg è del 4,62% rispetto al 4,91% di pochi mesi fa, questo per un mutuo da 100mila euro in 30 anni. Con una rata che passa da 513 a 496 euro, consentendo di risparmiare 16 euro al mese. Risparmio che sale a 22 euro per i mutui da 140mila euro con piano di ammortamento a 25 anni e a 23,68 euro se si tratta di 30 anni.

Impostazioni privacy