Natale, quanto spenderanno gli italiani per i regali? Gli ultimi dati

Natale, quanto spenderanno gli italiani per i regali? Diramati gli ultimi dati da parte della Confcommercio. Gli ultimi aggiornamenti in merito 

Il Natale è sempre di più alle porte. Una festa che, in particolar modo, aspettano con ansia i bambini. Ovvero coloro che non vedono l’ora di poter scartare, passata la mezzanotte della Vigilia, i doni che hanno ricevuto. Ed è proprio sui regali che ci concentriamo. In particolar modo su quanto spenderanno gli italiani quest’anno per acquistare omaggi da dare ai loro parenti. A quanto pare saranno ben 43 milioni gli italiani che faranno spese.

I dati della Confcommercio
Quanto spenderanno gli italiano per i regali di Natale? (Pixabay Foto) Cityrumors.it

 

Una media di 186 euro a testa. Un numero decisamente in crescita rispetto lo scorso anno in termini reali. Al netto dell’inflazione. A stilare gli ultimi dati ci ha pensato direttamente la Confcommercio. Secondo gli ultimi aggiornamenti pare che la spesa complessiva tenderà a raggiungere gli 8 miliardi di euro. Una cifra impressionante e che tende a superare quella del 2022 ed anche del 2021 (rispettivamente 7,1 miliardi e 7,8 miliardi ai prezzi del 2023).

Natale, quanto spenderanno gli italiani per i ragali?

Anche se non superiore rispetto a quella del 2020, ovvero nel periodo pre-Covid: in quella occasione, infatti, erano stati spesi ben 8,3 miliardi di euro. Sul 73% delle persone intervistate solamente 4 su 10 faranno regali visto che la reputano una “una spesa che piace affrontare“.

I dati della Confcommercio
Quanto spenderanno gli italiano per i regali di Natale? (Pixabay Foto) Cityrumors.it

 

Chi, invece, prevede un Natale molto dimesso è l’84,1%. Ottimi risultati quelli che arrivano dalla settimana del Black Friday, lo stesso che ha coinvolto 19,2 milioni di persone che hanno acquistato spendendo 220-230 euro a testa. La maggior parte di questi si tratta proprio di acquisti effettuati per Natale.

La spesa è stimata in 4,31 miliardi, in crescita del 6,1% rispetto allo scorso anno. In particolar modo il canale online. In merito a questi ultimi dati sono arrivate le parole del direttore dell’ufficio studi, Mariano Bella: “Possiamo legittimamente aspettarci un buon dicembre, che vuol dire entrare bene nel 2024 che si prospetta difficile e critico“. 

Impostazioni privacy